Un’incredibile verità dalla Serbia, dove il nigeriano ha giocato l’ultimo periodo della carriera: ha mentito sulla propria età e speso la maggior parte della sua carriera europea nascondendo di essere ben 12 anni più vecchio 

Taribo West

La storia di Taribo West è stata più che travagliata e singolare. Ricca di aneddoti divertenti, come ad esempio quando si scagliò contro Marcello Lippi dopo una sostituzione che era andata di traverso. “Dio mi ha detto che devo giocare”, disse al tecnico. Che, prontamente, replicò: “Beh, a me invece non ha detto proprio nulla”.

Episodi divertenti che rimangono nella storia almeno quanto le sue indimenticabili treccine al vento. Ma, forse, non è ancora stata detta l’ultima parola, nonostante il difensore nigeriano si sia ritirato ormai da sei anni.

La rivelazione giunge da Belgrado, dove a parlare è Zarko Zecevic, ex presidente del Partizan che lo ingaggiò nel 2002 e lo tenne in Serbia sino al 2004. Che, nel corso di un’intervista, ha rivelato un dettaglio incredibile: “Quando lo acquistammo diceva di avere 28 anni. Ma più avanti abbiamo scoperto che in realtà ne aveva 40. Però giocava bene, quindi non mi pento di averlo avuto in squadra”.

Incredibile ma vero, a patto che l’anagrafe confermi. Anziché essere nato nel 1974, West sarebbe un classe 1962 e, dunque, alla prima esperienza italiana con l’Inter avrebbe avuto già 35 anni. Sarà vero? Intanto Wikipedia gli ha già cambiato la data di nascita…

© Riproduzione Riservata

Commenti