Matteo Renzi critica il Capo dello Stato, Napolitano: “crisi politica e istituzionale va affrontata in fretta”

Matteo Renzi

Il sindaco di Firenze Matteo Renzi, accreditato come alternativa a Pier Luigi Bersani alla guida del centrosinistra dopo il deludente risultato elettorale, ritiene che gli sforzi per fare un governo sulla base di un programma condiviso tra diverse forze politiche siano una sostanziale perdita di tempo.

“Viviamo una situazione politica e istituzionale in cui stiamo perdendo tempo”, ha detto Renzi nel suo intervento alle celebrazioni per i 120 anni della Cgil, in corso a Firenze.

Renzi non ha elaborato ulteriormente le sue critiche, ma il riferimento sembra indirizzato alle scelte del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che alla fine della scorsa settimana, dopo un secondo giro di consultazioni senza esito tra i partiti, ha detto che intende contribuire a creare le condizioni più favorevoli per un nuovo governo, incaricando due gruppi di esperti di fare proposte in tema di riforme istituzionali ed economiche che possano essere condivise dalle varie forze politiche.

Lo stallo prodotto dal risultato elettorale, in cui nessuno dei tre maggiori blocchi politici – Pd, Pdl, M5s – ha la maggioranza in Parlamento, non può essere sbloccato da Napolitano attraverso nuove elezioni, perché il presidente è a fine mandato in “semestre bianco” e il suo successore non sarà votato dal Parlamento prima di metà aprile.

© Riproduzione Riservata

Commenti