Napolitano non si dimette e chiederà a due gruppi di personalità politiche “un piano condiviso per il Paese”

Giorgio Napolitano

“Serve responsabilità da parte di tutti i partiti politici per il bene del Paese”. Lo ha detto Giorgio Napolitano, aggiungendo: “Essendo trascorso un mese dal voto”. “Nella prospettiva delle prossime elezioni del Capo di Stato, io continuerò fino all’ultimo il mio mandato”, ha ribadito. “Chiedo a due gruppi ristretti di personalità politiche di formulare soluzioni programmatiche condivise di carattere istituzionale, economico e sociale”, ha spiegato.

Il Capo dello Stato ha poi detto che si aspetta proposte su come uscire dall’impasse politica “dai due gruppi ristretti”, che il presidente sta componendo e che hanno l’obiettivo di formulare ”precise proposte programmatiche che possano divenire in varie forme oggetto di condivisione da parte delle forze politiche”. Napolitano ha precisato che i gruppi saranno costituiti da ”personalità tra loro diverse per collocazione e per competenze”. I due gruppi, si è appreso, lavoreranno in modo autonomo.

“C’è un governo ancora in carica che lavorerà per Paese” – ”Il governo sta per adottare provvedimenti urgenti per l’economia, d’intesa con la Ue e con l’essenziale contributo del nuovo Parlamento attraverso i lavori della commissione speciale presieduta dall’onorevole Giorgetti”, prosegue il Capo dello Stato al Quirinale. “Non può sfuggire agli italiani e alla opinione internazionale che un elemento di concreta certezza della situazione del nostro Paese è rappresentato dalla operatività del nostro governo tutt’ora in carica e non sfiduciato dal Parlamento”.

“Nel pomeriggio i nomi delle personalità che faciliteranno soluzione” – I nomi delle personalità che lavoreranno per facilitare la soluzione della crisi saranno scelti dal presidente della Repubblica “in piena autonomia” e non è stata indicata una scadenza per il termine del loro lavoro.

“I due gruppi ristretti si insedieranno martedì” – I due gruppi ristretti voluti dal presidente Napolitano avranno un carattere ”uno politico istituzionale e l’altro economico-sociale” e si insedieranno martedi’ prossimo. Prepareranno un rapporto – si e’ appreso – che verra’ presentato o a Napolitano o al presidente che verra’ dopo di lui e il loro lavoro potra’ anche essere una sorta di base programmatica per il nuovo governo.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=S-e13iWmtew[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti