Taormina, Insetti nella pasta a scuola nel novembre 2011: udienza preliminare rinviata al 16 aprile. Iter scattato dopo denuncia del Comune: accusa è tentata frode nell’esecuzione contratto per la fornitura pasti

la mensa scolastica

Rimane ancora aperta la vicenda giudiziaria riguardante la mensa scolastica.

L’udienza preliminare che era stata fissata per, ieri mattina, dal Gip Maria Teresa Arena, presso il Tribunale di Messina, è stata rinviata al 16 aprile per motivi di carettere procedurale.

In questo contesto si sta svolgendo una fase di accertamento per il reato di frode nella esecuzione del contratto per la fornitura dei pasti nei confronti dell’’impresa che si era aggiudicata lo scorso anno la gara d’appalto.

Il tutto nasce da un’azione formalizzata dal Comune di Taormina ed avvenuta anche a seguito di un intervento da parte dei Carabinieri della locale sezione.

Come si ricorderà l’allarme era stato lanciato perché nel novembre 2011 erano stati rinvenuti nella pasta servita ai bimbi alcuni piccoli insetti. (presso la mensa dell’Istituto Comprensivo 2 a Trappitello).

La questione aveva fatto scattare le proteste dei genitori e dunque si è arrivati ad un accertamento dal punto di vista di eventuali responsabilità penali.

Da quell’episodio era scaturita una lunga serie di proteste sulla qualità del servizio. Soltanto nei mesi recenti la casa municipale è riuscita a dirimere la problematica e adesso è stata espletata la relativa gara d’appalto che ha disciplinato un nuovo affidamento della refezione scolastica.

© Riproduzione Riservata

Commenti