Facebook lancia in Italia il suo servizio di chiamate: è guerra aperta con Skype. Il colosso di Zuckerberg cerca di “emanciparsi” dalla Microsoft partendo dal VoIP

Facebook punta sul servizio VoIP

Marzo 2013 potrebbe segnare la fine di Skype come il servizio preferito di VoIP a livello globale. A ucciderlo, potrebbe essere proprio uno tra i partner industriali più importanti: Facebook. Con un aggiornamento dell’applicazione di Messenger sia per desktop che per mobile, infatti, gli uomini di Mark Zuckerberg stanno gradualmente permettendo a sempre più utenti di chiamarsi gratis. Il servizio è disponibile da un paio di settimane negli Usa, in Canada e Regno Unito e mercoledì è sbarcato in Italia, Germania, Francia e Spagna.

Facebook-Microsoft, faglia sismica? – Skype e Facebook hanno collaborato da almeno due anni al progetto di videochiamata integrato nella chat e nel messenger. Però, secondo quanto riferisce Wired America la partnership si sarebbe fermata là. Skype, fa notare il magazine statunitense è controllata da Microsoft e la stessa Microsoft controlla Bing, il motore di ricerca usato da Facebook per le ricerche fuori dal social network.

Parlare di una crisi diplomatica tra i due colossi, però, è prematuro. Per ora, Facebook parla di test per le chiamate, non di un servizio commerciale. Tuttavia, le relazioni tra Redmond e Palo Alto rischiano di subire un duro colpo.

Altri indizi di emancipazione – Facebook sta cercando di sviluppare anche un business sulla ricerca. Il suo “graphic search“, secondo alcuni analisti, dovrebbe permettere a Facebook di fare concorrenza a Google. Infatti, il nuovo motore del social network basato sugli interessi degli utenti, riporta “Search Engine Watch”, dovrebbe essere utile a trovare non solo persone, ma anche intrattenimento e attività commerciali. Con buona pace di Bing, una volta main contender del primato di Mountain View, che, per ora, è il motore di ricerca che Facebook usa nel web.

© Riproduzione Riservata

Commenti