Abramovich è in pressing sullo Special One, la stampa inglese è certa: “Mourinho tornerà al Chelsea”. Ma lui smentisce. Moratti cerca un finanziatore e tratta Robben

Josè Mourinho

In Inghilterra sono convinti che sarà Josè Mourinho il tecnico del Chelsea nella prossima stagione. Roman Abramovich, secondo il Daily Mail, ritiene che il portoghese sia l’uomo più adatto per portare avanti la ricostruzione della formazione londinese. In occasione dell’amichevole di ieri tra Brasile e Russia a Stamford Bridge alla quale lo Special One ha presenziato come ospite della Federcalcio verde-oro, c’è stato un nuovo incontro con i vertici della società inglese e sarebbe stato raggiunto un accordo di massima.

Sempre secondo il quotidiano britannico, il quasi certo prolungamento di contratto di Frank Lampard sarebbe un ulteriore segnale dell’imminente ritorno dell’attuale tecnico del Real Madrid, visto che il centrocampista inglese è da sempre un suo fedelissimo, tanto da aver cercato di portarlo all’Inter nel suo primo anno in nerazzurro. Messi da parte anche i contrasti con Abramovich, che nel 2007 esonerò l’allenatore di Setubal dopo un pareggio interno col Rosenborg in Champions League, tutto sarebbe pronto per il grande ritorno in Premier League.

Se così fosse non sarebbe dunque l’Inter la vecchia amata destinata a riabbracciare l’uomo in grado di portarla sul tetto d’Europa nel 2010. Ma è davvero destinato a naufragare sul nascere il sogno di Massimo Moratti e dei tifosi nerazzurri, che nel video-messaggio diffuso da Mou in occasione di un evento benefico dei giorni scors avevano colto un segnale per il grande ritorno?

E puntuale eccolo l’ennesimo colpo di scena di questa telenovela sul “triangolo” Madrid-Milano-Londra.

Intercettato dai colleghi di Sky Sports New, José Mourinho si è premurato di smentire le voci del suo presunto accordo con il Chelsea per la prossima stagione.

“Adesso sono a Madrid, e sono molto, molto impegnato a lavorare per le ambizioni del club. Tutti sanno che sono un professionista, e che penso solamente al mio lavoro con il Real. La gente parla tanto ma non pensa che vado spesso a Londra con la mia famiglia perché abbiamo una casa lì. Non per questo devono per forza parlare di un mio ritorno. Amo Londra, e forse questa cosa dà alibi alle varie speculazioni. Ho detto che forse tornerò dove ho già allenato ma non ho detto dove…”.

In realtà, a quanto pare, Moratti sarebbe cercando i soldi per accontentare le richieste dello Special One, sia per il suo oneroso contratto sia per la squadra da allestire. E’ una corsa contro il tempo: o il patron riesce in fretta a individuare un socio finanziatore oppure Mourinho sceglierà di gettarsi tra le braccia del magnate russo Abramovich.

Chissà che non sia un segnale per il tecnico portoghese e che magari non ci sia proprio la sua mano dietro una clamorosa trattativa che sta riguardando l’Inter.

Infatti, l’Inter è sulle tracce di Arjen Robben. Il 29enne attaccante olandese, in questa stagione, sta trovando poco spazio al Bayern Monaco dove spesso Heynckes lo fa partire dalla panchina.

E se nei giorni scorsi si parlava di un interesse del Galatasaray, ecco oggi la “Bild” rivelare di una possibile proposta nerazzurra da 18 milioni di euro.

Robben, sotto contratto fino al 2015, potrebbe essere tentato da un’esperienza in Italia dopo aver vinto in Inghilterra col Chelsea, in Spagna col Real Madrid e in Germania col Bayern.

© Riproduzione Riservata

Commenti