Il 51% degli italiani vuole il voto e stavolta vincerebbe il centrodestra sia alla Camera che al Senato. Rilevazione Tecnè per Sky evidenzia dubbi sul governo del leader Pd

Pier Luigi Bersani

Scetticismo diffuso sul tentativo Bersani, con una maggioranza assoluta a favore di elezioni piuttosto che di governo di larghe intese in caso di suo fallimento. E con il sorpasso del centrodestra sul centrosinistra sia alla Camera che al Senato in caso di nuove elezioni che però si vorrebbero con una nuova legge elettorale e non più con il Porcellum. Sono alcuni dei risultati di un sondaggio Tecnè per SkyTg24, resi noti oggi.

La maggioranza degli intervistati è risultata pessimista sulla capacità di un possibile governo Bersani di affrontare le emergenze del Paese. La quota di ottimisti (36,6%) è comunque superiore al perimetro del consenso del centrosinistra. Il 51% degli intervistati, in caso di fallimento di tentativo del governo Bersani, ritiene indispensabile un ritorno alle urne subito con la medesima legge elettorale (17,8%) o in autunno con una nuova legge elettorale (33,2%).

Il 34,2% di è dichiarato favorevole a un governo di larghe intese. Da sottolineare come, nel caso in cui si votasse oggi, a coalizioni invariate, sarebbe molto probabile un nuovo stallo istituzionale. Le variazioni registrate comunque segnalano il sorpasso del centrodestra sul centrosinistra sia alla Camera (31,3% centrodestra – 29,3% centrosinistra) che al Senato (32,2% centrodestra – 31,4% centrosinistra).

Si registra inoltre una moderata crescita del Movimento 5 Stelle (+0,6% e +0,7% alla Camera e al Senato rispettivamente) e un calo ulteriore della coalizione Monti (-1,2% e -1,1% alla Camera e al Senato rispettivamente). Nello specifico, crescono i due partiti maggiori, Pd (+0,6% alla Camera e +0,7% al Senato) e Pdl (+3,1% e +3% alla Camera e al Senato rispettivamente). Diminuisce, nel complesso, la forza dei partiti minori delle coalizioni di centrodestra e centrosinistra.

© Riproduzione Riservata

Commenti