La tornata di voto prevista anche a Taormina per il 26 e 27 maggio slitterà al 9 e 10 giugno per favorire il voto all’Ars sull’inserimento doppia preferenza di “genere”

a chi andrà la fascia di sindaco?

Rinviate le elezioni amministrative: la notizia è ufficiale.

La Giunta siciliana, “al fine di favorire l’inserimento delle donne nella vita politica e istituzionale” e per consentire l’approvazione all’Ars del doppio voto di genere, ha deliberato di spostare al 9 e 10 giugno la data delle elezioni comunali, precedentemente fissata il 26 e 27 maggio.

Il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta ha dato mandato all’assessore alle Autonomie locali Patrizia Valenti di emettere relativo decreto.

La tornata di voto prevede il rinnovo delle cariche anche al Comune di Taormina.

Proprio in queste ore sono stati depositati alla prima commissione Ars Affari istituzionali 25 emendamenti al ddl per la doppia preferenza di genere. Ora saranno esaminati nell’ambito del ddl di riforma elettorale in aula.

“Li valuteremo senza pregiudizi anche in ordine alle modifiche per il sistema di voto per i sindaci – dice il presidente della prima commissione, Marco Forzese, deputato del gruppo “Democratici e riformisti per la Sicilia” – Diversi emendamenti introducono la doppia scheda. Questa eventualità di riformare la legge elettorale è senza dubbio posititiva. Va nel solco della separatezza del voto assegnato ai sindaci rispetto alla doppia scelta dei consiglieri di entrambi i generi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti