Movimento Progetto Taormin@ vuole discontinuità rispetto all’attuale Amministrazione: “stop a posizioni precostituite e personalismi. Superare notte fonda della democrazia, risanare e uscire dalla crisi per riportare Taormina tra le capitali del turismo internazionale”

elezioni amministrative 2013

A due mesi dalle elezioni amministrative a Taormina proseguono le consultazioni per la formazione degli schieramenti che prenderanno parte all’appuntamento con le urne.

Dal Movimento civico “Progetto Taormin@” riceviamo e pubblichiamo:  

“In continuità con l’azione da tempo intrapresa, assumendo la nuova denominazione di “PROGETTO TAORMIN@”, prosegue l’azione del Movimento civico costituito da uomini, donne, giovani, professionisti, imprenditori, pezzi dell’associazionismo e cittadini della società civile che accomunati dall’affidabilità e lealtà dei comportamenti e dalla condivisione dei programmi, hanno inteso intraprendere un percorso comune per il rilancio della città di Taormina.

Obiettivo del Movimento, in nome della legalità e dello sviluppo, è la realizzazione di una coalizione civica in discontinuità con l’attuale Amministrazione comunale e le recenti esperienze di governo della città.

Tale condizione, ritenuta inderogabile dai fondatori del Movimento, ha portato all’avvio di un confronto con le altre forze politiche della città. Al contempo è stato intrapreso un impegno concernente anche scelte di selezione nella composizione del gruppo.

Il Movimento, aperto a tutte le forze sane del paese, intende dialogare con i cittadini, i gruppi, le associazioni e le formazioni partitiche e civiche, presenti nel territorio, per contribuire alla rinascita morale, sociale ed economica di Taormina.

Siamo convinti che la proposizione debba nascere stavolta dalla base e quindi dai cittadini tutti, e che la politica debba essere servizio pubblico per la città, senza posizioni precostituite e senza personalismi.

Risanamento economico e razionalizzazione della spesa pubblica, legalità e trasparenza amministrativa, rilancio turistico, investimenti sulla scuola e cultura, iniziative per i giovani, sostegno al reddito per le fasce deboli, politiche ambientali certificate, devono costituire il volano per superare questa “notte fonda” della democrazia che attanaglia da troppo tempo Taormina, così da permettere alla città di uscire dalla crisi economica e riprendere il posto di capofila tra le capitali del turismo mondiale.

© Riproduzione Riservata

Commenti