Martedì celebrazione in piazza San Pietro: l’anello di Papa Francesco sarà d’argento. Già scelti segretario e stemma. Alla Messa inaugurale 132 delegazioni. Pranzo con la presidente argentina Kirchner, Obama assente

Papa Bergoglio

L’anello del pescatore scelto da Papa Bergoglio che gli verrà consegnato domani è in argento dorato. Lo ha detto il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, nel briefing con i giornalisti aggiungendo che l’autore del modello è scultore Enrico Manfrini, morto nel 2004.

Padre Lombardi ha spiegato che il modello dell’anello era stato dato da Manfrini al segretario di Paolo VI, monsignor Macchi. In questi giorni è stato proposto al Papa dal maestro delle Celebrazioni liturgiche pontificie, monsignor Guido Marini, insieme con altri due modelli. Il Papa ha scelto quello dell’artista scomparso a 87 anni nel 2004 a Milano, conosciuta anche come «lo scultore dei papi». Nell’anello c’è l’immagine di San Pietro con le chiavi.

Il Santo Padre ha pranzato con la presidente dell’Argentina, Cristina Kirchner (clicca qui per le sue reazioni), dopo aver avuto un incontro privato con lei di 15-20 minuti presso la Casa Santa Marta. Lo ha riferito il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, nel briefing con i giornalisti.

Nessuna processione all’offertorio, Vangelo cantato solo in greco, e non anche in latino, Comunione distribuita dai diaconi sul sagrato (non dal Papa) e da 500 sacerdoti in piazza. Sono alcuni elementi del rito scelto per la Messa di inaugurazione del pontificato di Papa Francesco, improntato alla «semplicità». Lo ha detto padre Federico Lombardi, aggiungendo che dovrebbe durare in tutto un paio d’ore. Al termine ci sarà la preghiera del Te Deum, mentre non essendo domenica non ci sarà l’Angelus.

Il Papa – ha spiegato padre Lombardi – domani lascerà la Casa Santa Marta intorno alle 8.45 e entrerà in Piazza San Pietro con la papamobile o la jeep «per fare un lungo giro nella piazza» prima dell’inizio della celebrazione della messa di inizio pontificato domani che comincerà alle 9.30.

La celebrazione di domani partirà dalla tomba di San Pietro, dove ci saranno preparati l’anello del pescatore e il pallio, i due segni del ministero petrino, che verranno consegnati al Papa. Il pallio che domani verrà consegnato e Papa Francesco «è lo stesso di Benedetto XVI». Lo ha detto il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, nel briefing con i giornalisti. Il pallio è la fascia di lana bianca con le croci rosse che simboleggia il Buon Pastore e, insieme all’anello del pescatore, è uno dei due simboli del ministero petrino. Il pallio è consegnato dal cardinale protodiacono Jean-Louis Tauran. Il cardinale primo dell’ordine dei presbiteri, Godfried Daneels, farà una preghiera e il cardinale decano, il primo dell’ordine dei vescovi, Angelo Sodano, gli consegnerà l’anello del pescatore.

Papa Francesco – ha aggiunto il portavoce Lombardi – ha confermato il suo stemma e il relativo motto che aveva da vescovo. Il motto sarà «miserando atque eligendo», mentre lo stemma prevede in campo blu tre immagini in color oro: in alto, campeggia l’emblema dell’ordine di provenienza del Papa, la Compagnia di Gesù: un sole raggiante e fiammeggiante caricato dalle lettere, in rosso, IHS, monogramma di Cristo. La lettera H è sormontata da una croce; in punta, i tre chiodi in nero. In basso, si trovano la stella e il fiore di nardo. La stella, secondo l’antica tradizione araldica, simboleggia la Vergine Maria, madre di Cristo e della Chiesa; mentre il fiore di nardo indica San Giuseppe, patrono della Chiesa universale. Nella tradizione iconografica ispanica, infatti, San Giuseppe è raffigurato con un ramo di nardo in mano. Ponendo nel suo scudo tali immagini, il Papa ha inteso esprimere la propria particolare devozione verso la Vergine Santissima e San Giuseppe.

Sarà il maltese monsignor Alfred Xuereb, 54 anni, il segretario particolare di papa Francesco. Lo apprende l’Ansa, anche se non ci sono ancora conferme ufficiali. Papa Bergoglio ha avuto un colloquio venerdì scorso con monsignor Xuereb, da lui convocato presso la Domus Santa Marta, in Vaticano. Xuereb, che era il secondo segretario di Benedetto XVI e lavorava nell’ufficio della segreteria particolare con monsignor Georg Gaenswein, attualmente si trova ancora a Castel Gandolfo insieme al Papa emerito.

La delegazione italiana presente alla Messa di domani di inizio pontificato di Papa Bergoglio è composta da 16 persone, a partire dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il premier Mario Monti, i nuovi presidenti di Camera e Senato e il presidente della Corte costituzionale. Lo ha detto il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, nel briefing con i giornalisti.

Sono 132 le delegazioni dei Paesi e delle organizzazioni internazionali che finora hanno comunicato la loro presenza alla Messa di inizio pontificato di Papa Francesco, che si terrà domani.

Barack Obama «manda i suoi saluti», ha detto al presidente Giorgio Napolitano il vicepresidente Usa Joe Biden, aggiungendo che «l’unico motivo» per cui il presidente Obama non sarà presente alla cerimonia di inaugurazione del pontificato di Papa Francesco «è perché sta andando in Israele».

Il rapporto Vatileaks «certamente è a disposizione» di Papa Bergoglio ma «credo che abbia tante cose da fare in questi primi giorni e che non abbia avuto fretta di leggerlo». Lo ha detto il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, nel briefing con i giornalisti aggiungendo: «Sarei molto stupito che abbia dedicato questi primi giorni a leggere questo rapporto».

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=rhdot1kaPm0[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti