Di grande successo in UK, la dieta delle cinquecento calorie si propone come un modo veloce, semplice ed efficace per perdere peso. Obiettivo che si fa pressante con l’arrivo della bella stagione e la “prova bikini”

un’altra dieta va sempre più di moda

Si può popolarmente chiamare la “dieta delle 500”, che non ha a che fare con l’omonima automobile, ma che riguarda le calorie. Un programma dietetico che, se vogliamo utilizzare una metafora automobilistica, accelera la perdita di peso: un obiettivo che si fa sempre più pressante con l’arrivo della bella stagione e della fatidica prova bikini.

La dieta in questione sta spopolando nel Regno Unito, dove frotte di donne l’hanno intrapresa con la speranza di buttare la zavorra dei chili di troppo.
Il successo pare sia dovuto alla semplicità della dieta che prevede l’assunzione di sole 500 calorie, per due giorni a settimana.

E’ una dieta veloce – questo è anche il titolo del libro che l’accompagna “The Fast Diet” – che promette risultati in breve tempo. L’idea è venuta al dottor Michael Mosley, insieme alla scrittrice Mimi Spencer, riporta People.com. Basta seguire le indicazioni per i due giorni a settimana, e poi i restanti cinque giorni si può mangiare quello che si vuole.
«Non si tratta di digiuno – sottolinea Mosley – E’ solo una pausa dalla normale routine. Non è come una dieta normale, dove si pensa a questa tutto il tempo. Il bello è che si ottengono [risultati] seguendo una vita normale».

Come sempre accade, ci sono tuttavia gli scettici e i preoccupati: secondo alcuni esperti, limitarsi ad assumere un quarto delle calorie giornaliere consigliate, per due giorni a settimana, potrebbe essere dannoso.
«[Assumere] cinquecento calorie al giorno è potenzialmente pericoloso – sottolinea il dottor David L. Katz, direttore del Centro di Prevenzione della Yale University Research – Ci può essere il rischio di rallentare il metabolismo. Probabilmente può innescare anche mal di testa e far sentire distratti».
Altri esperti sostengono che questa è l’ennesima dieta spazzatura che può determinare gravi carenze nutrizionali.

Quale che sia la verità, anche se gli autori sostengono funzioni e il successo ne confermi gli effetti, prima di lanciarsi in una qualsiasi dieta è sempre bene parlarne con il proprio medico o nutrizionista – giusto per evitare di incorrere in spiacevoli conseguenze.

© Riproduzione Riservata

Commenti