In 300mila al primo Angelus. Prima il Pontefice tra la folla per stringere le mani dei fedeli. “Dio non si stanca mai di perdonarci”. Francesco saluta Pietro Orlandi

Papa Francesco

Oltre gli schemi per dare l’immagine di una Chiesa veramente vicina alla gente. Fuori programma di Papa Francesco: bagno di folla fuori dalla Chiesa di S. Anna. Papa Bergoglio ha salutato a uno tutti i fedeli che avevano assistito alla messa celebrata alle 10. Baci e abbracci a donne, bambini, uomini e suore. Emozione e incredulità tra i fedeli per un evento eccezionale. Il Papa ha salutato anche Pietro Orlandi, il fratello di Emanuela (foto). Non solo: Papa Francesco è uscito anche da Porta Sant’Anna per stringere la mano alla folla. Anche prima della messa Papa Francesco era uscito da Porta Sant’Anna.

La messa a Sant’Anna. «Per me, lo dico umilmente, il messaggio più forte del Signore è la misericordia» ha detto papa Francesco in uno dei passaggi dell’omelia, durante la messa nella chiesa di Sant’Anna, in Vaticano.

«Il messaggio proprio della Chiesa è quello della misericordia» ha affermato il Pontefice nella sua breve omelia. Commentando i passi del Vangelo, Bergoglio ha sottolineato: «Anche noi credo che siamo come questo popolo che da una parte vuole sentire Gesù ma a cui, dall’altra parte, delle volte piace bastonare gli altri e condannare gli altri. Il messaggio di Gesù è quello la misericordia. Non è facile affidarsi alla misericordia di Dio perché quello è un abisso incomprensibile. Il Signore mai si stanca di perdonare. Siamo noi che ci stanchiamo nel chiedergli perdono, perché lui mai si stanca di perdonare».

Alemanno: 300mila persone a San Pietro. «Dalle prime valutazioni, tra la piazza e via della Conciliazione, ci sono 300mila persone» ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che ha seguito il primo Angelus di Papa Francesco in piazza San Pietro. «Credo sia una grande testimonianza di affetto – ha detto Alemanno – e credo che i romani abbiano scelto il classico appuntamento dell’Angelus per manifestare la loro presenza. «Ancora una volta abbiamo sentito tutta la profonda umanità di questo Papa e la sua capacità comunicativa, la sua grande attenzione ai valori umani. Per me è sempre una grande emozione ascoltarlo, spero di possa aiutare a farci trovate una via di speranza e forza per il futuro».
Navette straordinarie per San Pietro. E’ stato ativato il servizio delle due navette speciali – Trastevere-Cipro e Verano-Flaminio – a disposizione di quanti non potendo usare la metropolitana desideravano recarsi a San Pietro per assistere all’Angelus di Papa Francesco (il piano straordinario dei trasporti pubblici).

Più di mille vigili, 700 uomini della protezione civile e 50 squadre per il primo soccorso. Queste le forze messe in campo dal Comune di Roma. «Ci sono più di mille vigili in campo, 300 persone dell’Ama per le pulizie, 700 volontari della protezione civile e circa 50 squadre sanitarie per ogni tipo di pronto soccorso – dice il sindaco Gianni Alemanno in un’intervista a SkyTg24 -. A qualche centinaio di metri da qui passa la Maratona di Roma, un altro evento internazionale che non si poteva spostare. Abbiamo dunque un doppio impegno. Dobbiamo cercare di non rendere troppo complicata la vita ai cittadini».

Martedì atteso un milione di fedeli. Metro gratis fino alle 14, sistema di sicurezza simile a quello messo in camo per i funerali di Papa Giovanni Paolo II per l’intronizzazione di Papa Francesco.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=xwCoFNISgt0[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti