A Niscemi nuovi scontri tra i dimostranti e le Forze dell’Ordine: attivisti avrebbero anche sparato bengala

attivisti Muos continuano la protesta

Non bastano le rassicurazioni del governo nazionale e l’invito del Presidente della Regione Rosario Crocetta a sospendere la protesta in attesa delle analisi dell’Istituto Superiore della Sanità per placare gli animi a Niscemi. La tensione è tornata ad esplodere nella cittadini della Provincia di Caltanissetta tra attivisti del movimento “No Muos” che presidiano la base militare Usa di contrada Ulmo, e le forze di polizia che hanno l’incarico di controllare il territorio.

Durante un giro di perlustrazione della zona presidiata, gli agenti di polizia sarebbero stati presi di mira da una fitta sassaiola da parte di un gruppo di manifestanti. Secondo il rapporto dei poliziotti gli attivisti avrebbero anche sparato un bengala. Tre poliziotti sono stati colpiti ma senza riportare ferite. Agli agenti sarebbero state indirizzate anche minacce.

La reazione delle forze dell’ordine si è concretizzata con un blitz alla ricerca di eventuali ordigni. Perquisite le abitazioni di una decina di attivisti, senza alcun esito.

L’iniziativa della questura di Caltanissetta è stata duramente condannata dal coordinamento regionale dei comitati No Muos della Sicilia.

© Riproduzione Riservata

Commenti