La showgirl americana è finita in ospedale in seguito a un improvviso attacco d’asma: “ero sicura di morire”

Justine Mattera

Grande paura per Justin Mattera, che a “Di Più Tv” ha raccontato di aver rischiato la vita dopo una crisi d’asma particolarmente acuta: “Ho davvero creduto di morire. Non riuscivo a respirare, mi sentivo soffocare”.

Protagonista a teatro del musical “Sugar” (ispirato al film di Marilyn Monroe “A qualcuno piace caldo”), la soubrette non ha voluto rinunciare agli impegni di lavoro e dopo poche ore era già sul palco.

“Erano le cinque del mattino quando è partito l’attacco d’asma, purtroppo non era la prima volta. Così ho preso l’inalatore con il farmaco che di solito mi fa stare subito meglio. Con il passare dei minuti, però, il problema peggiorava. Non riuscivo a respirare bene, a riempire i polmoni”.

Immediata la corsa in ospedale, dove i medici l’hanno ricoverata d’urgenza: “Hanno visto i bronchi totalmente intasati per un’infezione, è quello che ha scatenato l’attacco. Già da un po’ mi stavo trascinando una bronchite”.

“Sono rimasta in ospedale cinque ore. I medici volevano trattenermi per almeno ventiquattr’ore e mi hanno prescritto il riposo assoluto – ha continuato la Mattera – Ma io ero attesa in teatro in vista del debutto del mio nuovo musical Sugar. Sono la protagonista: aspettavano tutti me, non potevo certo sparire così”.

La commedia del 1959 di Billy Wilder “A qualcuno piace caldo” rivive sui palchi italiani con “Sugar – The Musical”, adattamento dell’omonima commedia musicale che debuttò a Broadway nel 1972. Justine Mattera mai così simile a Marilyn Monroe: “Ho iniziato come semplice sosia – dice Mattera – oggi interpreto una ragazza solare ma malinconica, come era Marilyn”. La fuga dai gangster dei due musicisti travestiti Joe/Josephine (interpretato da Pietro Pignatelli) e Gerald/Daphne (Christian Ginepro) si svolge fra dialoghi frizzanti e balli retrò sulle musiche originali di Jule Styne. In primavera il musical attraverserà i teatri del nord Italia, toccando Bologna (Teatro EuropAuditorium, 26 e 27 marzo), Torino (Teatro Alfieri, 16-21 aprile) e Milano (Teatro Nuovo, 7-19 maggio).

© Riproduzione Riservata

Commenti