“No all’Euro”, il nuovo partito conservatore minaccia Merkel: economisti pronti a sfidare cancelliera alle urne

Angela Merkel

Quando mancano sei mesi alle elezioni politiche in Germania, un nuovo partito si affaccia all’orizzonte politico tedesco e rischia di rappresentare una grave minaccia all’egemonia dell’Unione Cdu/Csu sull’elettorato conservatore.

Non a caso, il nuovo gruppo si è incontrato ieri per la prima volta a Oberursel, periferia di Francoforte, la capitale finanziaria della Germania e sede della Banca centrale europea: infatti la tematica chiave del movimento – Alternative fuer Deutschland (AfD) – si concentra proprio sulla convinta opposizione alla politica europeista del cancelliere Angela Merkel.

“Crediamo che il Cancelliere si sbagli quando dice che non ci sono alternative” ad aiutare i paesi in crisi dell’eurozona, come la Grecia e l’Irlanda, ha detto Konrad Adam, uno dei fondatori del nuovo gruppo. “Vogliamo che i paesi che non riescono a stare nell’euro o che non vogliono abbiano la possibilità di uscirne”, ha continuato l’ex editorialista della Frankfurter Allgemeine Zeitung e la Welt.

© Riproduzione Riservata

Commenti