I 115 cardinali hanno pronunciato la formula di giuramento. Intimato l'”Extra Omnes” , le porpore hanno espresso il loro voto: domani altre votazioni

fumata nera per la prima votazione sul Papa

I 115 cardinali elettori al Conclave hanno proceduto al primo voto e dal comignolo installato sopra la Cappella Sistina è uscita, alle 19:41, una fumata nera. Il Conclave è iniziato alle 17:30 di oggi.

“Extra omnes!”. Fuori tutti: questo l’invito che il maestro delle Celebrazioni liturgiche pontificie, mons. Guido Marini, ha pronunciato alle 17:30, e dalla Cappella Sistina sono usciti cerimonieri e monsignori e sono rimasti solo i 115 cardinali che eleggeranno il Papa.

Sono usciti dalla cappella Sistina i cerimonieri, diversi monsignori, tra i quali il segretario personale di Benedetto XVI, mons. Georg Gaenswein, prefetto della Casa pontificia, il “sostituto” della segreteria di Stato, mons. Angelo Becciu, il “ministro degli Esteri”, mons. Dominique Mamberti, e inoltre il portavoce vaticano padre Federico Lombardi, il vicedirettore della sala stampa padre Ciro Benedettini e il direttore dell’Osservatore romano Giovanni Maria Vian. Il cerimoniere Marini ha poi chiuso, con un cigolio, le porte della Sistina.

Dalle 17:30 il cardinale maltese Prosper Grech tiene una meditazione ai 115 cardinali elettori. Poi il cardinale Grech e mons. Marini usciranno e dovrebbe avere luogo il primo e unico scrutinio della giornata. Dal comignolo installato sul tetto della cappella dovrebbe uscire una fumata, che tutti attendono nera, attorno alle 20.

Intanto il tempo inclemente ha svuotato piazza San Pietro. Freddo e pioggia si sono abbattuti su Roma in concomitanza dell’inizio del Conclave. E così, solo alcune centinaia di persone sono giunte davanti alla basilica per assistere alla fase iniziale del Conclave, l’ingresso in cappella Sistina e il giuramento degli elettori, trasmesso in diretta attraverso i quattro maxischermi posti ai lati del colonnato di Bernini.

Buona parte dei presenti italiana, tra gli stranieri orientali, giapponesi soprattutto. Molti sono però di passaggio, in vacanza in Italia. Hanno assistito al giuramento dei singoli cardinali senza alcun sussulto. “Spero in in un Papa italiano”, ha affermato una signora di Roma. “Ma non credo che avremo un Pontefice già stasera”.

© Riproduzione Riservata

Commenti