Il Movimento civico di Sferra chiede consultazioni primarie per la designazione del candidato sindaco

elezioni comunali a Taormina il 26 e 27 maggio

Il movimento “Avanti Taormina” propone, a seguito degli sconcertanti insuccessi negli ultimi anni di Governo cittadino, la strada delle primarie per l’individuazione del candidato Sindaco, avviando sin da subito un percorso programmatico aperto ai contributi di tutti i movimenti civici e di singoli cittadini, che si dichiareranno apertamente alternativi e in totale discontinuità all’attuale Amministrazione.

Si vuole aprire nel paese un dibattito pubblico sulle idee e sui programmi in vista della prossima campagna elettorale. “La volontà di avviare il percorso delle primarie – spiega il Consigliere comunale Jonathan Sferra, nonché coordinatore di “Avanti Taormina”- è stata determinata dalla volontà di coinvolgere tutti, affinché le idee, le proposte alternative, i suggerimenti, le segnalazioni e gli uomini migliori possano rappresentare la cittadinanza”.

Desideriamo fare in modo che i taorminesi, per la prima volta nella storia della nostra Città, abbiano la possibilità di scegliere il loro candidato, che abbia la giusta motivazione, la corretta etica personale, l’entusiasmo necessario, idee chiare e trasparenti, con tanta voglia di spendersi in una situazione finanziaria locale molto complessa.

Spero che dalla nostra idea possa venir fuori un sano e serio confronto sui contenuti e sui temi proposti, in modo tale da proporre la soluzione migliore per la città e per i suoi abitanti.
Ecco alcuni dei punti programmatici, imprescindibili, per i quali ci batteremo con tutte le nostre forze, con la consapevolezza del cambiamento della piattaforma Amministrativa per il rinnovo del Governo Cittadino a partire dal 2013:

1) Abbattimento dei costi della politica e delle indennità di carica del 50% per tutti gli Amministratori;
2) Corposo e dettagliato piano di rientro e conseguenziale riduzione del debito comunale senza ulteriore aggravi finanziari sui cittadini;
3) Fondo di riserva per le famiglie e le piccole attività commerciali in difficoltà, ed in particolare per gli esercizi che opereranno tutto l’anno;
4) Politiche giovanili, riapertura della scuola elementare Vittorino da Feltre, con collocamento di spazi da adibire al verde, bambinopoli nei quartieri e riqualificazione della Villa comunale;
5) Rielaborazione e presentazione dei regolamenti comunali di arredo urbano, occupazione suoli pubblici, Tares ed IMU, con specifica regolamentazione del piano di valorizzazione ed alienazione del patrimonio comunale;
6) Abolizione della Tassa di soggiorno, dando vita ad una ” No tax Town”;
7) Riorganizzazione degli uffici comunali, digitalizzazione ed implementazione dei servizi al cittadino on line;
8) Stop alla cementificazione selvaggia del territorio e revisione del Piano Regolatore Generale;
9) Rimodulazione del piano di viabilità, abolizione della ZTL, valorizzazione delle aree adibite a parcheggio come il Terminal Bus, con conseguente riduzione delle tariffe dei parcheggi nel periodo di bassa stagione;
10) Valorizzazione delle frazioni attraverso l’individuazione di specifici capitoli di spesa da destinare ad essi, e l’individuazione di rappresentanti delle frazioni, che sono parte attiva del nostro comprensorio, tramite l’istituzione del progetto ” la voce alle frazioni” che darà spazio alle esigenze dei cittadini anche all’interno dei Consigli comunali;
11) Riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti incentivando la raccolta differenziata e miglioramento del servizio, introducendo il metodo ” piu ricicli, meno paghi”, e revisione del piano energetico comunale;
12) Rivisitazione del ruolo di Taormina nelle compartecipate ed in particolar modo di TaorminaArte, delle sue manifestazioni, con una distribuzione programmata specilamente nei mesi di bassa stagione;
13) Ammodernamento delle vecchie logiche turistiche non piu confacenti alle realtà internazionali ed adeguamento delle infrastrutture a servizio della Città, anche attraverso il potenziamento dei servizi turistici, e la creazione di adeguati bagni pubblici; valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, e realizzazione della sentieristica turistica, con il ripristino degli antichi tracciati e la piena fruizione del Castel Tauro e la valorizzazione e tutela dell’Isola Bella.

© Riproduzione Riservata

Commenti