L’ennesimo tracollo nerazzurro potrebbe costare le residue chance di conferma al giovane tecnico. Ora Moratti pensa a Stefano Pioli, allenatore del Bologna

Stefano Pioli

L’impresa del Bologna di Stefano Pioli e il suo Bologna al Meazza contro l’Inter potrebbe avere clamorosi sviluppi in sede di mercato. Il tecnico felsineo pare infatti aver colpito Moratti che, pur disarmato dall’ennesima brutta figura dell’Inter, non si perde d’animo e corre ai ripari.

Per la prossima stagione il nome caldo è da sempre quello di Mazzarri, in scadenza con il Napoli, che però si porta dietro due peculiarità che all’Inter vengono interpretate come limiti: lo schema di gioco fisso e l’atteggiamento. Lo schema di Mazzarri viene ritenuto a torto o ragione più da medio-piccola squadra che da grande club, mentre l’atteggiamento particolarmente suscettibile alle critiche dei media viene vagliato con estrema cautela.

Come vivrebbe Mazzarri il turbolento rapporto con la stampa in una piazza molto esigente e complessa come quella di Milano sponda Inter?

Anche per questi motivi Stefano Pioli si lascia preferire, poichè ha una grande duttilità tattica e una matrice da grande club (è cresciuto nella Juve bonipertiana) che lo rendono anche a livello d’immagine più in sintonia con un club di grandi tradizioni come appunto l’Inter.

Intanto il presidente dell’Inter non nasconde la sua delusione e il disappunto per quanto sta accadendo. Ai giornalisti appostati sotto la sede della Saras, Moratti ha detto: “Contro il Bologna c’è stato una specie di collasso – le sue parole – forse i giocatori entrano in campo troppo timorosi. Stramaccioni e Branca? Se cambieranno i risultati, rimarranno”.

© Riproduzione Riservata

Commenti