Il corteo dei Forconi si ferma per ora a San Gregorio e mettono 90 sedie al casello: “sono per i deputati dell’Ars”

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=IIolADmqYvw&list=UU-bmMRSCFUgOmo7Jy_-2osg&index=2[/youtube]

“Novanta sedie sono state posizionate all’ingresso del casello di San Gregorio dell’A18, l’autostrada Catania-Messina. Attendiamo che i deputati dell’Assemblea regionale siciliana si siedano e ascoltino i problemi reali della gente e la loro disperazione”. Queste le parole Mariano Ferro, leader del Movimento dei Forconi che, per il momento, hanno rinunciato al blocco dei Tir che nel gennaio del 2012 mise l’economia dell’isola in ginocchio.

”Stiamo rispettando – spiega il leader del movimento – l’accordo con prefetture e questure, non creando problemi al traffico. Chiediamo al governo Crocetta che si impegni a far bloccare le procedure esattoriali esecutive di Serit (oggi Riscossione Sicilia, ndr) e a rilanciare il credito delle banche alle imprese. Infatti la sospensione della protesta è a ‘scadenza’. Se tra dieci giorni vedremo che nulla di quello che chiediamo è stato fatto bloccheremo tutto. E questa volta agiremo pesantemente“.

Anche a Scicli, nel Ragusano, e a Caltanissetta il Movimento dei Forconi sta effettuando sit-in pacifici.

© Riproduzione Riservata

Commenti