Il grande capitano dell’Inter lascerà il campo dopo 18 anni da protagonista con la maglia nerazzurra. Pronto, per lui, un nuovo ruolo: stavolta dietro a una scrivania

Javier Zanetti

Il tempo passa per tutti, anche per l'”uomo bionico”. Dopo aver scavalcato tutti i giocatori dell’Inter come longevità, a fine stagione il capitano Javier Zanetti appenderà le scarpette al fatidico chiodo ed entrerà in società con qualche ruolo dirigenziale. La notizia arriva dalla redazione di Sport Mediaset. Che avrebbe raccolto spifferi di spogliatoio e voci da ambienti vicini alla dirigenza nerazzurra.

Il prossimo 10 agosto, Zanetti farà 40 anni. La scelta di lasciare non è dettata solo da motivazioni fisiche, ma anche di mentalità Inter, che sta puntando sempre di più su giovani prospetti.

L’argentino è arrivato in Italia nel 1995, diventando da allora la bandiera del club nerazzurro. Pacato fuori dal campo, estremamente professionale durante tutta la settimana, freccia imprendibile sulla fascia finché il fisico lo ha sorretto al cento per cento. Una persona straordinaria e un grandissimo atleta, apprezzato da tutte le tifoserie e dunque non soltanto dalla platea dell’Inter.

Da capire, a giugno, che ruolo si deciderà di affidargli. Ambasciatore al posto di Figo? Direttore generale alla Leonardo (uno che per altro è sulla strada di ritorno all’Inter…)? Vicepresidente? In ogni caso, sarà un posto di responsabilità per Zanetti. E non potrebbe essere altrimenti. Con lui, è probabile l’addio di altri giocatori della vecchia guardia: Cambiasso, Milito, Samuel, Chivu e Stankovic.

Dietro alla scelta di vita che starebbe maturando il capitano dei record di presenze e di militanza, comunque, una serie di considerazioni che si intrecciano tra di loro: il giocatore, 40 anni il prossimo 10 agosto, comincia a denotare perdita di rapidità e intensità sulla corsa che lo hanno sempre caratterizzato; il suo impegno e la sua professionalità non sono in discussione, ma è inevitabile e comprensibile che anche un campione come Zanetti possa iniziare ad avvertire il peso delle tante primavere.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_VyWv1CQtPU&feature=player_embedded[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti