Il Civico consesso ha esitato la riqualificazione del comparto degradato di via Pirandello. Via libera ai lavori per un hotel 5 stelle. Non mancano le polemiche. Il Consiglio comunale, al termine di una lunga seduta integralmente dedicata all’argomento, ha approvato nelle scorse ore il progetto di riqualificazione del comparto denominato “Castello a Mare”, destinato alla realizzazione di un hotel in via Pirandello. L’elaborato esitato dall’assemblea consiliare prevede, per l’esattezza, il “completamento edificatorio per una struttura turistico ricettiva”. La società proprietaria dell’immobile, andrà adesso a realizzare un albergo cinque stelle. L’ok al recupero del “Castello a Mare” è arrivato al termine di una discussione serrata (nel corso della quale ha relazionato anche il progettista della società) e più in generale di un iter che andava avanti ormai, tra posizione conflittuali, da diversi anni, sino anche ad approdare nelle aule di tribunale.

“Castello a Mare” è considerato da ormai mezzo secolo una ferita nel territorio taorminese. In tutti questi anni il sito si è proposto alla vista di turisti e residenti in condizioni di degrado ed abbandonono con i ruderi del vecchio hotel rimasti sin qui in attesa di una riqualificazione. Adesso si è arrivati ad una determinazione, pur tra le contestazioni di alcuni componenti del Civico consesso che hanno dato voto contrario, esprimendo forti preoccupazioni sulla questione dell’impatto ambientale ed il rispetto dell’indice di edificabilità in via Pirandello, richiamando in tal senso anche i recenti fatti di Villa “Mon Repos”.

Altri ancora non hanno preso posizione in tema, non partecipando alla seduta consiliare o astenendosi in aula nel corso della spinosa votazione. Il progetto è stato, dunque, votato favorevolmente da 6 consiglieri (Pina Raneri, Andrea Carpita, Lino Ardito, Agostino Di Pietro, Antonino Lo Monaco, Loris Turiano); 3 i voti contrari (Antonio Lo Monaco, Eugenio Raneri, Jonathan Sferra) e 3 gli astenuti (Sergio Cavallaro, Antonio D’Aveni, Fiero Messina). Il Consiglio  comunale ha votato anche l’immediata esecutività alla delibera e dunque i lavori per il “Castello a Mare” potrebbero partire in tempi molto brevi.

© Riproduzione Riservata

Commenti