La cellulite è in testa alla classifica degli inestetismi che inquietano le donne: almeno il 75% prova ansia all’idea che possa insorgere la temutissima “buccia d’arancia”

l’incubo della cellulite

A pochi mesi dalla prova costume, momento clou per quante desiderano mostrare il proprio fisico, le italiane iniziano a fare i conti con gli inestetismi che rischiano di scalfirne il fascino anche in maniera inesorabile. Una ricerca messa a punto nei giorni scorsi dal Centro Studi Guam su un campione di circa 1000 donne di età compresa tra i 18 e i 50 anni, rivela che gli incubi ricorrenti del gentil sesso annoverano nell’ordine la cellulite, le rughe e la peluria indesiderata.

In molte riescono a contrastare la pelle a buccia d’arancio tramite diete, esercizio fisico e consumo di prodotti specifici, ma soltanto l’idea del suo insorgere fa venire l’ansia al 75% delle intervistate.

La seconda posizione di questa classifica degli incubi rosa è occupata dalle rughe con il 45% delle preferenze. Segno indiscutibile dell’invecchiamento, per lo più si tenta di mitigarne gli effetti tramite il ricorso ai filler riempitivi e ai trattamenti laser.

Al terzo posto figura invece la crescita eccessiva della peluria (39%), spesso combattuta attraverso cerette e fotodepilazione. Ma i timori estetici delle donne di casa nostra annoverano anche le smagliature (35%), che in molte tentano di riassorbire attraverso trattamenti a base di alghe, silicio e vitamina C, la pancia gonfia (25%) e le maniglie dell’amore (22%).

In questi ultimi casi, per poter tornare ad indossare vestiti attillati, le donne amano affidarsi agli effetti benefici di diete e tisane. Nelle retrovie si collocano inestetismi non meno perniciosi come la caduta dei capelli (10%), le macchie cutanee (7%), i brufoli (5%) e le occhiaie (5%).

© Riproduzione Riservata

Commenti