Il Forum della Meritocrazia esempio da seguire in una Paese che sin qui è vissuto soltanto di raccomandazioni

Nicolo’ Boggian

Prendi un curriculum, mettilo in Rete,aggiungi la speranza, condisci con la fortuna e insaporisci con la fiducia. Ricetta per un aspirante professionista che rinnega raccomandazioni e segnalazioni.

Di questo si occupa il Forum della Meritocrazia, il cui direttore è un giovane manager milanese, Nicolo’ Boggian, con un presidente di tutto rispetto, Claudio Ceper, che vanta una esperienza professionale ultratrentennale con la Egon e Zehnder International, società di cacciator di teste, leader in Europa e nel mondo.

L’intuizione di Boggian è quasi scontata, ma non conclamata. All’estero i giovani lavorano sulla scorta della loro professionalità, solo con un biglietto da visita: il curriculum. Ma in Italia è un’altra cosa. Il Forum, invece, inverte la tendenza e ,seppure ancora poco conosciuto, soprattutto nell’ambito della politica, prende di mira l’obiettivo :creare una banca dati con professionalità a 360 gradi cui potrebbero fare riferimento società private ed enti pubblici.

In questo momento storico di criticità, ma anche si propositività, fa presente Boggian, noi assicuriamo trasparenza e coerenza per rivendicare il dritto alla competenza nel campo del lavoro. L’accesso al lavoro è il problema più grosso che la nuova generazione deve affrontare.”Il Merito è il propulsore di una società che vince le sfide del suo tempo.

Il Forum della Meritocrazia parte da qui, dall’obiettivo di affermare il Merito in ogni espressione della società italiana perché questa sia capace di rinascere e di esprimere i suoi milioni di talenti in modo di rinnovare il proprio ruolo positivo nella comunità mondiale”.

A sostenere l’idea numerose personalità della sanità e delle imprenditoria tra cui Diego Della Valle ed Umberto Veronesi.

© Riproduzione Riservata

Commenti