“Non cadere nella trappola del Leaderismo. Dai spazio a qualche altra voce, tanto prima o poi lo dovrai fare…”

Beppe Grillo

Mi hanno chiesto in molti di mandare un messaggio a Beppe Grillo. Ecco cosa gli scriverei se avesse il tempo mentale per desiderare di leggerlo:

Caro Beppe immagino che la fiducia anche a un governo si possa dare in modo che, se necessario, si possa anche togliere. Cerca comunque di non cadere nella trappola del Leaderismo. Dai spazio a qualche altra voce, tanto prima o poi lo dovrai fare, e possibilmente sempre più spesso. La fiducia fondamentale tuttavia è secondo me la fiducia in se stessi, nei propri sostenitori e nel cammino della storia. Non la storia del potere che si studia a scuola, ma la storia degli uomini che è scritta sui loro volti, sui loro desideri, sull’emergere sempre più evidente dell’ESSERE UMANO come massimo capolavoro che la natura ha fatto in 5 miliardi di anni. Noi sogniamo un pianeta di ESSERI UMANI, come già lo sono tutti i bambini fino a tre anni di età, e non di ragionieri, di direttori di onorevoli, di mariti, di professori, di impiegati, di imprenditori, di studenti, di registi, di operai, di autisti di presidenti. Un pianeta dove lavorino tutti, giorno e notte ma con turni ognuno che non superino le tre ore al giorno (due per chi lavora di notte). Avremmo una società finalmente serena, che difficilmente si ammala, difficilmente accetta di fare guerre, difficilmente continuerebbe a rubare o a uccidere. Insomma, ognuno in grado di gestire la propria libertà, quella vera.

Mi chiamo Silvano Agosti.

© Riproduzione Riservata

Commenti