Al “San Paolo” sfida cruciale per lo scudetto: Conte sceglie Giovinco insieme a Vucinic, Mazzarri lancia Pandev. Incasso record e diretta tv in tutto il mondo

Walter Mazzarri e Antonio Conte

Tra poche ore la sfida che può valere lo scudetto. Al San Paolo si sfidano Napoli e Juventus, con i partenopei a caccia di una vittoria che riaprirebbe il campionato e farebbe sognare di nuovo un titolo che solo pochi anni fa sembrava impossibile. Per Mazzarri formazione fatta: rientrano Pandev, Maggio e Zuniga, con Insigne inizialmente in panchina.

Nella Juve il tecnico Conte deciderà solo all’ultimo se rischiare Chiellini, ancora dolorante a una caviglia. Al suo posto è pronto Peluso, con Bonucci e Barzagli blindati. Fasce con Lichtsteiner e Asamoah, rientra Vidal in coppia con Marchisio davanti a Pirlo. In attacco Giovinco sembra aver vinto il ballottaggio con Matri come spalla di Vucinic.

Voli da Germania, Svizzera Spagna, Olanda e non solo Club azzurri mobilitati per regalare una coreografia unica. San Paolo esaurito, incasso record per la partitissima che deciderà le sorti del campionato. Tra i sessantamila del San Paolo, ci saranno quindi molti tifosi che arriveranno dall’estero e per loro la partita costerà molto di più che il semplice biglietto per accedere allo stadio

Davanti alla tv ci saranno oltre 30 milioni di telespettatori collegati da tutto il mondo.

Ci saranno oltre trecento tra giornalisti e tecnici accreditati ed il Napoli è stato costretto a dire di no a tanti per mancanza di posti in tribuna stampa. Sessanta i fotografi a bordo campo. Inviati da tutto il mondo per raccontare la sfida tra le due Italie: dall’Argentina (ESPN Tv), dalla Svezia, dalla Francia (Canal Plus e Bein con l’opinionista al seguito, Bruno Cheirou, ex Liverpool e Lione), dalla Grecia (Ote Sport), l’inviato dell’Equipe e della France Press.

© Riproduzione Riservata

Commenti