Al San Paolo finisce in parità l’atteso scontro scudetto. Bianconeri resistono agli assalti dei padroni di casa e si confermano in vetta a +6. Sblocca Chiellini, pari Inler

la splendida coreografia del “San Paolo”

La Juventus esce indenne dal San Paolo nella sfida scudetto. Gli uomini di Conte pareggiano 1-1 in casa del Napoli e mantengono le distanze dai partenopei, sempre a – 6 dai rivali. Alla rete di Chiellini al 10′ risponde Inler al 43′, nella ripresa tanta lotta e assalti dei padroni di casa ma la difesa della Juventus resiste.

La prima frazione di gioco vede la Juventus partire col piede schiacciato sull’acceleratore e trovare il vantaggio al 10′, quando Pirlo crossa col sinistro un pallone che Chiellini incorna in rete dopo aver sovrastato Britos. Il Napoli sembra faticare a riprendersi dalla botta subita: al 19′ Vucinic si divora il raddoppio quando, a tu per tu con De Sanctis, permette al portiere del Napoli di deviare in angolo il possibile colpo del ko.

A questo punto gli uomini di Mazzarri si riorganizzano e pur, rischiando in contropiede, spingono indietro l’avversario e lo chiudono nella propria area. Il pareggio arriva al 43′, quando Inler riceve da Zuniga e lascia partire un destro che s’insacca all’incrocio dei pali complice una deviazione di testa di Bonucci. Al 45′ episodio da moviola: Cavani rifila una violenta gomitata a Chiellini al termine di una frazione in cui il difensore aveva placcato con metodi da rugby il bomber uruguagio. Orsato opta per il giallo ad entrambi.

La ripresa è intensa e vede il Napoli alla ricerca del colpo del ko: l’occasione più propizia capita al 74′ sul destro di Dzemaili, che da ottima posizione mette a lato dopo la respinta incerta di Buffon su un bolide di Hamsik. Succede poco altro, perché la squadra di Conte si dimostra solida in difesa e resiste all’attacco partenopeo. Finisce 1-1: la lotta scudetto proseguirà dalla prossima giornata con Juventus-Catania e Chievo-Napoli, ma intanto lo scontro diretto resta a favore dei bianconeri.

© Riproduzione Riservata

Commenti