Tacchi architettonici e stravaganze nell’ennesimo slancio di colori e stili destinati a “dettare” la moda

Alberto Moretti e i suoi sandali Frou Frou

Le scarpe sono un oggetto di culto più che un accessorio utile a riparare i piedi dal freddo e dalle asperità del terreno. Le calzature per la prossima stagione autunno inverno, presentate in occasione della Settimana della moda milanese, sono dei veri capolavori di design, di ogni stile e foggia, per cui ciascuno potrà facilmente trovare la propria e inventare il proprio stile. Tra frange, nappe, piume, cristalli e pellami particolari, ma anche nella semplice praticità della scarpa di foggia maschile, si trova davvero di tutto e di più.

Lo stile preppy, propone mocassini con o senza tacco, con le nappe (Fay) o con la frangia. Church’s ad esempio propone la ”Country Collection” con nuove derby in vitello spazzolato con frangia e borchie metalliche brunite.

Anche i Fratelli Rossetti guardano all’Inghilterra e riscoprono il mito della Swinging London con accostamenti bianco/nero, disegni optical e grafismi. Ci sono gli stivaletti con la punta sfilata, i mezzi tronchetti con il tacco, ma anche mocassini, francesine e ballerine. Frange anche da Pura Lopez, che ritorna però ai colori pastello, che richiamano alla memoria i gusti delle marmellate.
Se lo stile preppy e bon ton non fa per voi e preferite una scarpa più seducente, in passerella hanno trionfato tacchi altissimi a stiletto, con qualche concessione alla praticità regalata da maxi plateaux (Baldinini). Tornano decisamente in auge le punte affusolate, dopo qualche stagione di forme più rotonde, come si è visto sulle passerelle di Etro, mentre Alberto Moretti punta sul lusso allo stato puro e, nel modello Frou Frou, disegna un sandalo a listini sottili ricoperti di morbida pelliccia rossa e interno in montone a contrasto.

Lusso e sensualità anche da Rene’ Caovilla con una pioggia di cristalli swarovsky su decollete in soffice velluto. La maison delle scarpe gioiello lancia anche la ”Diamond”, una borsetta che ricorda il taglio classico del diamante.

E, sempre in tema di calzature, e sempre durante la settimana della moda milanese, Pollini ha festeggiato i suoi sessanta anni con una mostra, intitolata “Unpacking Pollini”, al museo Minguzzi,. Una selezione di pezzi di archivio, proposta all’interno di una cornice che ricrea l’atmosfera di un magazzino in apparente disordine, segna un vero e proprio viaggio nel tempo. In scena anche la nuova collezione disegnata da Nicholas Kirkwood e un’edizione speciale dello storico modello Cavaliere, senza cuciture, del 1977, che lo stilista inglese ha creato per l’occasione in sei varianti, ispirate

© Riproduzione Riservata

Commenti