“Ferite orribili alla testa”. Gli inquirenti avrebbero comunicato il dettaglio alla famiglia poco prima del funerale. Forse la ragazza è stata colpita con la mazza da cricket prima di essere poi raggiunta dagli spari

Reeva Steenkamp e Oscar Pistorius

I dubbi sul caso di Oscar Pistorius diventano sempre di più. Secondo quanto sta emergendo dalle ultime tranche di indagini, infatti, la posizione del campione paralimpico potrebbe aggravarsi di nuovo.

Stando agli inquirenti, infatti, la mazza da cricket trovata sul luogo del delitto potrebbe essere la chiave per la svolta nel processo. Poco prima del funerale di Reeva Steenkamp, infatti, ai familiari sarebbe stata comunicata la notizia che la ex modella “aveva riportato orribili ferite alla testa” che non saebbero compatibili con i colpi esplosi dal corridore.

La mazza insanguinata torna dunque prepotentemente in auge come prova a carico che l’accusa potrebbe usare nel processo del prossimo giugno, mentre le voci di gossip continuano a inseguirsi.

Benché infatti il portavoce della famiglia abbia già spiegato che dall’autopsia non è venuto fuori nulla di rilevante, alcuni media continuano a insistere sul fatto che Reeva fosse incinta al momento della morte e che non vedesse l’ora di comunicarlo a Oscar. La famiglia della ragazza continua a essere ferma sulle sue posizioni. “L’autopsia avrebbe rivelato se Reeva era incinta – ha spiegato Mike Steenkamp – e non ha rivelato nulla di simile. Forse stanno cercando di costruire qualche tipo di supporto a favore di Oscar”.

© Riproduzione Riservata

Commenti