Leader 5 Stelle, non pensino di fare inciuci, ridare il Paese a Berlusconi è un crimine contro la galassia”

Beppe Grillo

“Un’avventura fantastica”, “l’unica cosa che mi dà malessere sono quelli che hanno galleggiato sulla crisi e vivacchiato” riconsegnando così il Paese a Silvio Berlusconi. E’ il commento di Beppe Grillo sul risultato del Movimento 5 Stelle.

Il comico genovese si è collegato al telefono con il sito della Cosa: “Sono qui nel lettino di casa, mi hanno messo a letto a casa mia, non vogliono che abbia dei sussulti, mi hanno messo pure il plaid scozzese. Fuori ci sono i riflettori puntati sulla mia finestra, sul bagno. E’ fantastica questa avventura qua, voglio ringraziare i ragazzi straordinari che ci hanno aiutato nel tour. Questa è la diversità tra noi e the others, loro sono pagati, da noi tutto è volontariato”.

“Questo risultato – ha aggiunto Grillo – è la prova generale: non abbiamo tenuto conto della guerra generazionale. Bisogna dare il diritto di voto a 16 anni e permettere l’ingresso in Parlamento e in Senato a 18 come nei paesi normali. Insomma bisogna fare due calcoli perché ci sono milioni di italiani che hanno galleggiato sulla crisi e non hanno voluto osare spostando le previsioni perché sotto sotto gli sta bene così” ma “riconsegnare a Berlusconi il Paese per sei mesi, un anno è un crimine contro la galassia”.

“Noi intanto – ha sottolineato Grillo – ci perfezioniamo, entriamo dentro: non pensino di fare inciucetti e inciucini. Siamo una forza straordinaria, faremo tutto quello che abbiamo detto in campagna elettorale: ne avremo 110 dentro. L’unico malessere è che ci sia di nuovo Mastro Lindo (Berlusconi, ndr) ma noi siamo il primo partito in assoluto”. Dove siederanno in Parlamento? “Spero dietro ognuno di voi, ci sarà ognuno di noi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti