L’attrice ricorda Pietro Taricone: per lei è difficile ma prova a svelare cosa sta cercando nella sua nuova storia

Kasia Smutniak

Kasia Smutniak torna a parlare di Pietro Taricone e di quel maledetto incidente Era il 29 giugno 2010: il giorno precedente l’ex concorrente del primo Grande Fratello era finito all’ospedale in seguito ad un lancio con il paracadute finito male. Intervistata da Grazia, l’attrice polacca ha spiegato com’è la vita a quasi tre anni da quella tragedia.

“La primavera per esempio mi ammazza. Quando c’è la pioggia o fa freddo quello che è successo mi è più sopportabile, come se il sole mi invitasse a una festa a cui non me la sento di partecipare totalmente. Pietro era davvero uno diverso. Io non sono e non ho fatto proprio niente di speciale”.

Non è un compito facile, ma la bella Kasia è riuscita a mettere confronto il compagno defunto, nonché padre della piccola Sophie, e il suo fidanzato attuale, il produttore Domenico Procacci. È stato l’amore di quest’ultimo e la sua comprensione del dolore a riportare il sorriso sul volto della Smutniak.

“A me da una storia d’amore piace imparare qualcosa che prima non sapevo, non avevo neanche messo in conto. Pietro mi ha insegnato la libertà di fare scelte dettate solo dal mio cuore e dalla mia testa. Domenico oggi mi sta insegnando soprattutto la calma. La possibilità di aggrapparmi a qualcosa di stabile, concreto. Di dormire senza smaniare per quello che gli altri, là fuori, stanno facendo nel frattempo”.

Per lei, insomma, è un periodo di rinascita: e il lavoro su set importanti non manca. Stasera Kasia Smutniak torna su Rai 1 con la fiction dedicata a Domenico Modugno – interpretato da Beppe Fiorello – intitolata Volare. Lei sarà la moglie del celebre cantante, l’attrice Franca Gandolfi. Non male per una ragazza partita come testimonial di una nota compagnia telefonica.

“Il lavoro mi permette di essere indipendente. Ho la fortuna di farne uno che mi diverte. Ma mi sento realizzata anche se vado in montagna e scalo una nuova parete. E comunque da ragazzina sognavo ben altre cose per me. Avrei voluto essere la prima donna ad arrivare sulla luna o a scoprire una pianta magica che può guarire tutte le malattie”.

© Riproduzione Riservata

Commenti