Grillo attacca la tv di stato: “il simbolo M5s è sparito dai Tg in questi mesi, quindi risparmiamo di canone”

Beppe Grillo

Una volta entrati in Parlamento “toglieremo due canali alla Rai”, così si risparmia anche sul canone. Lo ha annunciato Beppe Grillo. Durante il comizio a Rieti ha denunciato i Tg di aver eliminato il simbolo del Movimento 5 stelle.

“La prima cosa che faremo – ha detto Grillo – è togliere due canali alla Rai” tanto “ne basta solo uno, senza pubblicità e senza politica”. Per il leader 5 stelle “ci boicotta anche la Rai” ma nonostante questo “il movimento è la prima forza politica del paese”.

“Le televisioni – ha aggiunto l’ex comico – fanno delle cose incredibili: il simbolo del Movimento 5 stelle è sparito dai Tg. Ma se il canone lo paghiamo noi, possiamo decidere di risparmiare e lasciare un solo canale Rai”.

“Ancora quattro giorni al massimo e poi se ne dovranno andare tutti” dal parlamento. Sono le ultime urla che Grillo ha lanciato contro i “vecchi politici falliti”, dalla tappa di Viterbo dello Tsunami tour, prima della chiusura ufficiale della campagna elettorale che si terrà domani in piazza San Giovanni a Roma.

“Sono morti, perché si ostinano così?” ha detto il leader 5 stelle che ha chiesto ai fan nella piazza principale di Viterbo di chiudere tutti gli ombrelli nonostante la pioggia. “Non ci ferma pioggia o i terremoti questo è uno tsunami che attraversa tutta l’Italia – ha spiegato -. Ancora quattro giorni al massimo, poi si devono arrendere. Non c’è più nulla, forse hanno capito qualcosa perché nessun politico viene nelle piazze. Se ne devono andare tutti” e “noi vogliamo restare soli, siamo nati soli”.

“Si sta verificando una rivoluzione pacifica, non violenta – ha aggiunto l’ex comico -. I cittadini diventeranno lo Stato italiano. Abbiamo sopportato troppo, la rabbia sta montando. Cercano di distruggerci” in tutti i modi “anche attraverso le televisioni italiane” ma “più ci fanno queste cose più io mi rafforzo”.

© Riproduzione Riservata

Commenti