Alla sbarra ideatore e moderatori del sito antisemita, che sosteneva il “complotto giudaico ancora al potere” e che in passato ha pubblicato le “liste nere” di intellettuali di origini ebraica e di chi si occupava di immigrazione

Stormfront è il nome di un forum di discussione su internet apparso per la prima volta negli Anni 90. La sua caratteristica è di dare espressione a posizioni di nazionalismo bianco, supremazia bianca e neonazismo, indicato come il più grande sito d’odio presente in internet. Nel 1995 diviene il sito di riferimento dell’ex leader del Ku-Klux-Klan, Don Black. Nel 2000 è il principale soggetto del documento nominato “Hate.com “.

Successivamente viene notato in Italia dopo la pubblicazione della “blacklist di ebrei” italiani appartenenti alla politica, all’informazione, alla cultura e alla televisione. Solo nell’anno 2012 la Polizia postale e la Digos notificano delle ordinanze di custodia cautelare in carcere a tre moderati del sito e a un quarto soggetto, Stormfront viene oscurato con provvedimento richiesto dal PM ed emesso dal GIP.

I giovani esponenti, messi in manette lo scorso 16 novembre con l’accusa di promozione e coordinamento di un gruppo di persone il cui fine era l’incitamento alla discriminazione, alla violenza etnica, religiosa e razziale, hanno scelto il rito abbreviato, richiesta accolta dal gup Carmine Castaldo.

Tra i minacciati sul sito nazifascista vi erano il ministro della Cooperazione Andrea Riccardi, accusato di voler far sparire gli italiani e favorire il “meticciamento”, dicevano su di lui: ”Dovrebbe essere proprio deportato..Io davvero lo brucerei”, la comunità ebraica di Roma, alcuni magistrati siciliani e lo scrittore Roberto Saviano costituiti parte civile accolta dal gup.

Oggetto di attacco era stato anche il presidente della camera Gianfranco Fini verso il quale gli imputati hanno rivolto le scuse accettate dallo stesso.

Come detto, saranno adesso processati con rito abbreviato quattro appartenenti al gruppo di estrema destra che fa riferimento al forum italiano di “Stormfront”. Alla sbarra sono finiti l’ideologo del sito, un ragazzo di 24 anni, e tre moderatori del forum di ispirazione nazista, rispettivamente dell’età di 30, 23 e 42 anni.

E’ impensabile che dal 1990 fino ad oggi sia esistito un sito come Stormfront e ancor di più che degli” esseri umani “odiano altri esseri umani. Quanti Stormfront esistono nascosti dentro l’uomo? La diversità è un valore: come tale va rispettata!

© Riproduzione Riservata

Commenti