Melissa Satta ha le idee chiare in amore e sul lavoro: il Boa è “una storia importante che arriverà alle nozze”

Melissa Satta e Kevin Boateng

Melissa Satta, l’ex velina che ha fatto innamorare milioni di italiani, sulle pagine di Poket Milano mette in mostra la sua sensualità posando con un sexy abito nero che esalta curve da 10 e lode. Innamorata di Kevin Prince Boateng e del suo lavoro, la Satta racconta di desiderare un figlio entro i trent’anni, che non ha mai tradito, che non può vivere in città senza tecnologia e soprattutto sottolinea che quando inizia un lavoro lo porta sempre a termine.

Pensavamo di non vederla più quando, qualche tempo fa, era decisa a sfondare negli States: “Ho passato un po’ di tempo tra New York e Los Angeles, lavoravo soprattutto nella moda e nella pubblicità. Ma a un certo punto ho dovuto decidere: la moda oltreoceano o la tv a Milano. Ho scelto l’Italia e non mi sono mai pentita”. Anche perché nel frattempo si è fidanzata con il calciatore del Milan Boateng. Un amore importante con cui progetta di allargare la famiglia, “Anche se c’è ancora un po’ da aspettare”, sottolinea la Satta. Intanto al dito sfoggia un anello di fidanzamento di tutto rispetto, simbolo di una promessa di matrimonio che prima o poi verrà celebrato.

Con il Boa è al settimo cielo e spera che la sua storia duri per sempre, ma l’ex velina racconta che in percentuale, tra lasciare ed essere lasciata ha un bilancio in pareggio. “Ho imparato che lasciare è peggio che essere lasciati, soffri per due”. Fedele ammette di non avere mai tradito i suoi compagni e che non ha mai ricevuto propose da una donna: “Se dovesse arrivare, direi molto semplicemente no: mi piacciono i ragazzi”. E se per alcuni dei suoi ragazzi confida di avere fatto pazzie, racconta con piacere che a ricambiare un gesto folle è stato proprio Kevin che l’anno scorso ha rinunciato alle sue vacanze a Miami per stare con lei.

Tecnologica senza dipendenza, tra IPhone e IPad tiene sempre i contatti con i suoi social fan. Ma se l’estate scorsa ha piacevolmente scoperto che è bello staccare la spina dal cellulare, è consapevole che in città è praticamente indispensabile tenerlo acceso: “Coi vari appuntamenti e impegni di lavoro, fare a meno della tecnologia è impossibile”.

E nonostante la sua vita sia fitta di impegni, Melissa trova il tempo per leggere I Pilastri della Terra di Ken Follett, di andare in palestra, partecipare a serate mondane e di dedicarsi al teatro, nonostante la paura del debutto. Perché “ho sempre pensato che se cominci una cosa devi finirla”. E infatti ne è valsa la pena perché la rappresentazione a Milano è stato un successo.

© Riproduzione Riservata

Commenti