Gli azzurri non vanno oltre lo 0-0 con i blucerchiati e non sfruttano il ko della Juventus contro la Roma. In classifica i partenopei a 51 punti, a -4 dai bianconeri capolisti. Catania show, è sempre più in zona Europa

Cavani deluso per il pareggio con la Sampdoria

Il Napoli non sfrutta completamente il ko della Juventus e pareggia per 0-0 in casa contro la Sampdoria. Una partita a due facce per gli azzurri che regalano il primo tempo agli avversari (quante occasioni sprecate dai blucerchiati) e che invece nella ripresa costringono i liguri a difendersi fino al 96′.

Il gol però non arriva nonostante Romero si renda protagonista di numerosi interventi che salvano la porta degli ospiti (straordinaria la parata sul tiro a botta sicura di Hamsik che finisce anche sul palo) . Con questo pareggio gli uomini di Mazzarri si portano a -4 dalla Juventus: 55 punti contro 51. Occasione d’oro dunque per la Lazio che con un’eventuale vittoria in casa del Siena (in campo domani sera per l’ultima sfida della 25ª) potrà accorciare sia nei confronti dei bianconeri che degli azzurri.

Nelle altre sfide della 25ª giornata vince facile il Cagliari che espugna per 2-0 il campo del Pescara: decide una doppietta di Sau (53′, 61′) anche se su entrambi i gol dell’attaccante degli isolani c’è una chiara responsabilità di Perin. Imporante successo anche per il Torino che stende 2-1 l’Atalanta. Passano in vantaggio i padroni di casa con Cerci, al 42′, con un bellissimo tiro rasoterra a rientrare sul secondo palo.

Nella ripresa i bergamaschi trovano l’1-1 con Denis (75′) su calcio di rigore ma Birsa all’87’ realizza il gol della vittoria. Si prende tre punti anche il Catania che con Almiron al 42′ mette ko il Bologna. Cade invece l’Udinese sul campo del Genoa: la squadra di Ballardini conquista una vittoria importantissima in chiave salvezza grazie al gol di Kucka al 33′.

Nel posticipo vittoria della Fiorentina contro l’Inter, spazzata via dalla squadra viola per 4-1. La formazione di Montella esulta grazie alle doppiette di Jovetic e Ljajic: il montenegrino segna al 33’ e al 55’, il serbo apre le danze al 13’ prima di firmare il 4-0 al minuto 65; inutile la rete dalla distanza di Cassano a 3’ dalla fine. I nerazzurri di Stramaccioni restano a quota 43 punti scivolando al quinto posto, la Fiorentina si rilancia in chiave terzo posto portandosi a quota 42 punti.

© Riproduzione Riservata

Commenti