Il premier: “inchieste su tangenti come Tangentopoli. Dal centrodestra ereditata una situazione da brividi”

Mario Monti

Le notizie di questi giorni riguardanti inchieste giudiziarie, che coinvolgono economia e politica “lasciano l’impressione della fine di un’epoca”. Lo ha detto il premier Mario Monti, nel corso di un incontro elettorale all’Arsenale della Pace di Torino, sottolineando lo “smarrimento che prende me e i cittadini” quando “vedo il moltiplicarsi delle notizie di scandali e delle incriminazioni di esponenti della politica, dell’economia e della finanza italiana”.

Le vicende di questi giorni “fanno sorgere il parallelo con un’altra fase della recente storia italiana: le vicende di Tangentopoli e del tramonto della prima Repubblica” ha proseguito il premier. L’esperienza del governo tecnico “è stata stupenda” ha detto Mario Monti, a Torino, tornando ad attaccare il centrodestra. “L’unico momento in cui mi innervosisco un pochino e quando mi dicono vi avevamo lasciato una situazione buona, quasi per darci l’emozione di un giro di governo. L’emozione o meglio il brivido, l’abbiamo anche avuto” ha detto il premier.

Monti nel suo discorso al Sermig ha parlato di “disgregazione di un tessuto politico, economico e sociale”. “In queste vicende vedo il segno che il governo di impegno nazionale non è’ stato solo un periodo” che ha segnato la fine “della contrapposizione viscerale tra forze politiche opposte”, ma il governo tecnico “ha aiutato il paese a prendere decisioni difficili e ha fatto saltare il velo che aveva nascosto la realtà”. Poi l’attacco ai partiti: “dietro la virulenta avversione di partiti che volevano distruggersi l’un l’altro ha proliferato un sistema di incompetenza diffusa, di gestione inefficiente, di relazioni pervasiva tra gruppi di potere, di corruzione e spreco, di zone d’ombra nelle grandi imprese di stato”.

Monti ha puntato il dito contro “un’Italia stantia delle cordate di interessi particolari. Con la crisi e col vento di rinnovamento che abbiamo portato forse e saltato il tappo” ha concluso

© Riproduzione Riservata

Commenti