Condanne fino a 4 anni per crollo “Casa studente” de L’Aquila. Il sisma fu il 6 aprile e le vittime furono 309

il crollo della Casa dello studente

Condanne da quattro anni a due anni e sei mesi di reclusione nell’ultima udienza per il crollo della casa dello studente dell’Aquila nel sisma del 6 aprile del 2009.

Quattro anni per Bernardino Pace, Pietro Centofanti e Tancredi Rossicone, tecnici autori dei lavori di restauro del 2000. Due anni e sei mesi per Pietro Sebastiani. Il giudice ha stabilito l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni.

L’inchiesta sul crollo, simbolo del terremoto in Abruzzo, nel quale persero la vita otto studenti universitari, ha portato complessivamente, in primo grado, a tre condanne a quattro anni di reclusione e una condanna a due anni e sei mesi. Quattro imputati sono stati invece assolti perché il fatto non sussiste e due per non luogo a procedere.

© Riproduzione Riservata

Commenti