Oltre al piacere fisico, fare sesso almeno una volta a settimana porta un altro “beneficio” al nostro corpo

il sesso “periodico”

Fare sesso fa bene, ma non abbiamo scoperto niente di nuovo. I benefici non stanno solo nel soddisfacimento del desiderio di unione con il proprio partner, ma questo tipo di esercizio aiuta a mantenerci in forma, rafforza il cuore e il sistema immunitario, riduce lo stress e ci fa sentire più felici, rilassati e sicuri. Secondo una recente ricerca condotta dalla dottoressa Helen Fisher, antropologa e biologa, le persone che godono di un sesso regolare, almeno una volta alla settimana, possono avere più successo sul lavoro. Questo perché, spiega l’esperto, il sesso migliora la fiducia e autostima. “L’aumento della attività sessuale – spiega la Fisher – può portare un lavoratore a migliorare le prestazioni professionali e a sviluppare alcune abilità lavorative.

Oltre ad essere un grande esercizio, il sesso innesca la produzione di un certo numero di sostanze chimiche cerebrali e l’aumento dell’attività può portare a migliorare la fiducia in se stessi e nel lavoro di squadra. Tutto questo grazie agli alti livelli di dopamina, che incrementano la capacità di collaborazione”. La ricerca è basata su un campione di 40.000 persone attraverso il sito “Chemistry.com”, dove il 56 per cento erano donne e 37 anni l’età media dei partecipanti. Tre le conclusioni a cui lo studio è arrivato:

1) Il sesso regolamenta la capacità di risoluzione dei problemi: il rilascio di dopamina generata dal sesso è associata con la creatività.

2) Fare sesso aiuta a lavorare meglio in squadra. Dopo un rapporto intimo soddisfacente, gli uomini e le donne ricevono un aumento di ossitocina e vasopressina nel corpo: si tratta di sostanze chimiche naturali che generano sentimenti di fiducia, attaccamento e calma. Pertanto coloro che hanno una regolare attività sessuale è più probabile che si sentano maggiormente cooperativi e accondiscendenti, elementi chiave per lavorare bene in squadra.

© Riproduzione Riservata

Commenti