In  manette Gianluca Baldassarri. Risulta indagato sia a Milano che a Siena per l’inchiesta sulla “banda del 5%”. E’ stato già tradotto stamane nel carcere di San Vittore

Gianluca Baldassarri

E’ nel carcere di San Vittore Gianluca Baldassarri l’ex manager di Mps fermato dalla Gdf a causa dei pericoli di fuga e reiterazione dei reati su decisione dei pm di Siena. Il pm milanese Angelo Renna chiederà la convalida del fermo all’ufficio gip tra oggi e domani. L’interrogatorio del manager potrebbe essere fissato per sabato.

Per la Procura di Siena c’era il “concreto pericolo di fuga”: Baldassarri è stato fermato perché, ad insospettire gli inquirenti, c’è stata una “richiesta di smobilizzo di titoli per un controvalore superiore al milione di euro”, effettuata in data successiva al sequestro del 7 febbraio. In quell’occasione, sono stati bloccati circa 18 milioni di euro sui conti di Baldassarri, che risulta indagato per ostacolo alle funzioni di vigilanza, per quanto riguarda l’inchiesta senese sull’acquisto di Antonveneta e altre operazioni finanziarie.

Secondo quanto fa sapere il procuratore di Siena, Tito Salerno, l’ex capo dell’area finanza avrebbe occultato un contratto, “rinvenuto il 10 ottobre 2012 all’interno di una cassaforte dell’istituto di credito senese”. Baldassari è indagato anche a Milano, nell’ambito dell’inchiesta sulla cosiddetta “banda del 5%”.

© Riproduzione Riservata

Commenti