L’assessore regionale Bartolotta con i vertici di Anas ed RFI sul luogo della frana a Spisone giovedì pomeriggio

Nino Bartolotta

Possibile svolta all’orizzonte per la SS114. L’assessore regionale alle Infrastrutture, Nino Bartolotta, sarà oggi pomeriggio sul luogo della frana insieme al prof. Dario Lo Bosco, presidente di RFI, l’ing. Ugo Dibennardo, neo direttore centrale progettazione dell’Anas, e l’ing. Salvatore Tonti, nuovo direttore regionale dell’Anas in Sicilia. Il sopralluogo ha lo scopo di sensibilizzare i due enti al massimo livello di responsabilità e di sciogliere il nodo delle rispettive competenze.

“È un segno di concretezza di questo Governo regionale – ha dichiarato Bartolotta – che intende condividere con le autorità locali e i cittadini. Ho doverosamente informato il sindaco di Taormina proprio questa sera, appena avuta la conferma del sopralluogo”.

Già in occasione del recente incontro sul turismo organizzato dal “Comitato Orizzonte 2020, l’assessore regionale Bartolotta ha affrontato, tra l’altro, il problema della strada statale 114, soffermandosi sull’emergenza della frana che deve essere congiuntamente risolta da RFI, Rete Ferroviaria Italiana, e Anas. Sollecitato da alcuni interventi molto critici, Bartolotta ha preso l’impegno di “mettere rapidamente insieme i vertici dei due enti per una soluzione concreta del problema”. Il sopralluogo giungerà proprio in un momento in cui i residenti e gli operatori economici, esasperati dalla lunga attesa per i lavori, hanno ipotizzato anche una protesta eclatante.

Si è anche pensato cioè ad una occupazione simbolica della stazione ferroviaria di Villagonia per sensibilizzare Anas ed Rfi ad affrettare i tempi per procedere all’esecuzione dei lavori nel tratto di strada statale, tra Mazzarò e Spisone, che fu interessato da uno smottamento la sera del 21 febbraio 2012. In precedenza, un Comitato di residenti nelle scorse settimane ha anche presentato un esposto in Procura.

© Riproduzione Riservata

Commenti