Il cardinale di Palermo, mons. Romeo, parla di “un gesto di grande generosità di Papa Benedetto XVI. Pista del complotto? Soltanto fandonie senza alcun fondamento”

monsignor Romeo

“Sono solo fandonie come i fatti e gli eventi hanno dimostrato. Tutti hanno detto e ribadito che si tratta solo di farneticazioni”. Risponde così, con tono piccato, il cardinale di Palermo Monsignor Paolo Romeo, alla così detta pista complottista che era stata ipotizzata esattamente un anno fa dal Fatto Quotidiano.

Coincidenza vuole, secondo il Cardinale – come riporta Blogsicilia -, che le dimissioni del Papa arrivino ad un anno esatto dalla divulgazione di quell’anonimo secondo il quale Romeo era uno dei principali fautori di un complotto che lasciava intravedere la possibile morte del Papa.

“Il Papa non è morto ad un anno da quell’anonimo che risale al novembre del 2011 anche se è stato diffuso solo l’11 febbraio del 2012 – ricorda Romeo -. Io sono un figlio della chiesa – ribadisce riferendosi al viaggio in Cina al quale veniva fatto risalire il complotto – e non vado a passeggio per conto mio. Il viaggio in Cina era una missione autorizzata e finalizzata. Chiunque abbia letto quel documento si è reso conto che è un documento sconclusionato e privo di senso. Il resto sono solo bugie giornalistiche”.

Poi monsignor Romeo abbandona i tratti polemici e manda un messaggio alla comunità cattolica siciliana “Tutti dobbiamo stringerci intorno al Papa-. Il suo è stato un gesto di grande coraggio e di grande amore. Si è fatto da parte perché è il momento di affidare la barca di Pietro ad un nocchiere dalle mani più solide visto che non ritiene le sue più sufficientemente vigorose per effetto dell’età e della fatica”.

“Il Papa lascia alla chiesa siciliana due grandi doni – ha concluso Romeo – la sua visita due due anni e mezzo fa nel corso della quale ha incontrato tanti giovani dai quali ha preso forza ed ai quali tanta forza ha dato. Poi l’autorizzazione alla congregazione delle cause del santi per la beatificazione di Padre Pino Puglisi, un simbolo di questa terra e per la lotta alla mafia. Doni che la Sicilia non potrà dimenticare”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=hssDJU5Jslc[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti