Come uno scherzo del destino, nel film di Nanni Moretti anche Michel Piccoli “neo-Pontefice” non si sentiva all’altezza del ruolo. Ora accade davvero con Ratzinger

una scena del film “Habemus Papam” di Nanni Moretti

Le dimissioni del Papa, annunciate oggi da Benedetto XVI che ha deciso di lasciare il pontificato dal 28 febbraio, erano in qualche modo state profetizzate dal regista Nanni Moretti nel suo film “Habemus Papam” del 2011.

Nel film però, a differenza di Ratzinger che ha deciso di lasciare dopo anni in Vaticano, l’attore che interpretava il Papa, Michel Piccoli, entrava in profonda crisi non sentendosi all’altezza del ruolo subito dopo essere stato eletto dal Conclave. Nella scena in cui annunciava la sua decisione di lasciare l’incarico Piccoli diceva: “Chiedo perdono al Signore per quello che sto per fare e non so se lui potrà perdonarmi. Io però devo parlare a lui e a voi con sincerità. In questi giorni ho pensato molto a voi e purtroppo ho capito di non essere in grado di sostenere il ruolo che mi è stato affidato”.

Poi, davanti allo sgomento dei cardinali, di suore e fedeli accorsi in piazza San Pietro per conoscere il nuovo Papa, continuava: “Sento di essere tra coloro che non possono condurre ma devono essere condotti. In questo momento posso dire soltanto: pregate per me. La guida di cui avete bisogno non sono io, non posso essere io”. Girava le spalle al leggio e se ne andava, lasciando la Chiesa in preda allo smarrimento.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Mr8O687r-60[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti