Commenti dai leader di Germania e Francia, la notizia è in prima pagina su tutti i principali siti del pianeta

Angela Merkel con Benedetto XVI

La notizia delle dimissioni anticipate di Papa Benedetto XVI ha fatto il giro del mondo, suscitando fra i governi e la stampa reazioni di rispetto, rammarico e di comprensibile sorpresa, dato che la decisione non era attesa. La cancelliera tedesca Angela Merkel ha espresso il suo “più grande rispetto” per la “difficile” decisione di Papa Benedetto XVI di lasciare il suo pontificato. “E’ e rimane uno dei più importanti teologi del nostro tempo” ha detto la connazionale Merkel in conferenza stampa a Berlino.

Il governo federale tedesco ha espresso una prima cauta reazione all’annuncio: “E’ una notizia commovente”, ha detto il portavoce Steffen Seibert, esprimendo “rispetto” e “gratitudine” nei suoi confronti. Il presidente francese Francois Hollande ha definito “assolutamente rispettabile” la decisione del Papa. “Non ho nessun commento particolare su questa decisione assolutamente rispettabile che porterà alla nomina di un nuovo Papa”, ha detto Hollande a margine di una sua visita a una banlieue parigina. “La Repubblica saluta il Papa, che ha preso questa decisione”, ha aggiunto.

L’annuncio delle dimissioni ha fatto il giro del mondo ed è diventato l’apertura di tutti i siti online di tutti i media: “Il nostro Papa si dimette”, ha titolato il tabloid tedesco Bild, ricordando le origini tedesche del papa. “Non ho più le forze per ricoprire questo compito”, ha scritto la Welt virgolettando le parole di Benedetto XVI e riportando le parole del cardinale Angelo Sodano: “Come un fulmine a ciel sereno”.

La Bbc ha parlato di “dimissioni shock” mentre i siti americani, Cnn, Washington Post, New York Times e Wall Street Journal hanno fatto riferimento all’età avanzata del pontefice. “Il Papa rinuncia” è il titolo di apertura del quotidiano spagnolo El Pais, secondo il quale l’annuncio delle sue dimissioni è una “decisione storica del leader cattolico”. “Il papa rinuncia per mancanza di forze”, titola El Mundo.

“Il papa si dimetterà il 28 febbraio”, ha titolato Le Figaro, mentre Liberation “Il papa si dimette”: Benedetto XVI “non ha più le forze” per guidare la Chiesa. Attenzione alle dimissioni anche sui siti di informazione israeliani. “Papa Benedetto XVI si dimetterà il 28 febbraio, prime dimissioni dal 15esimo secolo”, è l’apertura di Haaretz. Le dimissioni del papa hanno aperto anche il Yedioth Ahronoth, che ha sottolineato come Joseph Ratzinger abbia stupito tutto il mondo con il suo annuncio.

© Riproduzione Riservata

Commenti