Malore improvviso per il leader di Grande Sud a Messina, nel corso di una riunione politica: è stato soccorso e operato d’urgenza. Adesso è ricoverato

Giafranco Miccichè

Gianfranco Miccichè è stato operato d’urgenza, la scorsa notte, all’ospedale ‘Papardo’ di Messina. Il leader di Grande Sud, 59 anni, è stato colpito da un’angina, ieri sera, nel corso di una riunione politica che si è svolta a Messina. Il malore, poi immediato il trasporto al ‘Papardo’ dove è stato sottoposto ad angioplastica (applicazione di uno stent in endoscopia). L’intervento è stato effettuato dal dottor Pietro Iannello, ma era presente anche il primario del reparto cardio-toraco- vascolare, Francesco Patanè. Per Miccichè, adesso, il normale decorso operatorio. Tutti gli impegni elettorali del leader di Grande Sud sono stati annullati.

“Le condizioni generali di Gianfranco Miccichè sono buone e non destano preoccupazione – si legge in una nota dell’ufficio stampa di Grande Sud -. Il decorso procede normalmente”. Poi un secondo comunicato precisa: “Nessun infarto. Al fine di evitare inutili allarmismi e interpretazioni errate da parte dei media si specifica che Gianfranco Miccichè ha sofferto di un’angina pectoris, ovvero un dolore al torace provocato dall’insufficiente ossigenazione del muscolo cardiaco a causa di una transitoria diminuzione del flusso sanguigno attraverso le arterie coronarie. Altra cosa – conclude la nota – è l’infarto, che corrisponde ad una sindrome coronarica acuta dovuta all’ostruzione di una arteria coronaria ”.

© Riproduzione Riservata

Commenti