Convegno organizzato dai Lions a Taormina sul tema della valorizzazione dei parchi e delle riserve naturali orientate in Sicilia. Le strategie per tutelare ma anche promuovere le risorse di cui dispone il nostro territorio

Bruno De Vita, presidente Parco dell’Alcantara

“La valorizzazione dei parchi e delle riserve naturali orientate in Sicilia” è il titolo e tema del convegno a carattere regionale organizzato lo scorso week-end a Taormina dal Distretto Lions 108Yb Sicilia con la collaborazione dell’Ordine degli Architetti della provincia di Messina e numerosi altri soggetti associativi ed istituzionali.

L’evento, tenutosi presso la chiesa di San Francesco di Paola, si è posto come obiettivo la promozione e lo sviluppo delle tematiche relative alle risorse naturalistiche siciliane, che devono rappresentare – come evidenziato dai relatori del convegno – una priorità in termini sia di attenzione programmatica da parte degli enti che operano sul territorio sia anche nella considerazione della comunità che fruisce di questi beni.

Nel corso del convegno si sono registrati numerosi interventi di taglio scientifico (la prof.ssa Laura Briguglio, il prof. Giacomo Dugo, il prof. Aurelio Angelini), istituzionale (il Dirigente generale dell’A.R.P.A. Sicilia Francesco Licata di Baucina, il Dirigente generale del Dipartimento Regionale dell’Ambiente Giovanni Arnone, il Sovrintentende ai BB.CC. e AA. Di Messina Salvatore Scuto) normativo (il vicepresidente di Cittadinanza Attiva Sicilia Andrea Cucinotta ed il Presidente dell’Ordine degli Avvocati della provincia di Messina Francesco Celona) e gestionale (il presidente del Parco dell’Alcantara Bruno De Vita ed il vicepresidente del Parco dei Nebrodi Bruno Mancuso).

“L’Alcantara – come evidenziato dal presidente del parco fluviale, De Vita – rappresenta una fascia di territorio strategica, tra Taormina e l’Etna, è l’unico Parco fluviale in Sicilia e tra i più importanti del Sud Italia. Occorre puntare su una visione del territorio che proponga anche un turismo scientifico e collaborazioni tra le Università siciliane. E’ indispensabile una strategia mirata all’incremento della qualità e la visibilità complessiva del sistema-parco, coinvolgendo tutti gli operatori interessati. Enti e soggetti impegnati sul territorio, oggi più che mai, devono sostenere un’azione sinergica e concertata per sviluppare insieme l’agenda delle priorità, puntando sulla fruizione e valorizzazione delle eccellenze del territorio in un’ottica di turismo sostenibile”.

A margine del convegno è stato, soprattutto, ratificato un protocollo di intesa trai clubs services e le associazioni di volontariato della provincia di Messina (Lions, Rotary, Kiwanis, Fidapa, Soroptimist, Inner Wheel, Cittadinanza Attiva, Centro Servizi per il Volontariato, Coordinamento Azioni Ambientali, Associazione Mogli Medici Italiani), i maggiori Ordini Professionali provinciali (Architetti, Ingegneri, Avvocati, Medici Chirurghi e Odontoiatri, Dottori Agronomi e Dottori Forestali), la Provincia Regionale, l’Università degli Studi di Messina, l’A.R.P.A. Sicilia e la sezione di Messina dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura.

© Riproduzione Riservata

Commenti