Parco divertimenti ad Abbottabad, la città di Bin Laden. Autorità: “progetto che non ha niente a che fare con lui”

i terreni che ospitavano il rifugio di Bin Laden

Le autorità pachistane vogliono costruire un parco dei divertimenti ad Abbottabad, la città dove le forze speciali Usa uccisero Osama bin Laden il 2 maggio del 2011. Il progetto, da 30 milioni di dollari, prevede la costruzione di impianti sportivi, ristoranti, un centro culturale e uno zoo.

Le autorità della provincia nord-occidentali Khyber Pakhtunkhwa hanno negato l’intenzione di voler migliorare l’immagine della città, dopo il raid contro Bin Laden, e di voler invece sostenere il settore turistico. “La città dei divertimenti si estenderà in un primo momento su 50 acri di terreno, per poi coprirne 500”, ha precisato Syed Aqil Shah, ministro provinciale per il turismo e lo sport. I lavori dovrebbero iniziare tra fine febbraio e inizio marzo, e dovrebbero essere ultimati nell’arco di otto anni.

Abbottabad, situata 50 chilometri a nord di Islamabad, è stata a lungo una rinomata località turistica per le ricche famiglie della capitale, prima di conquistare la ribalta internazionale per l’uccisione di Bin Laden. “Questo progetto non ha nulla a che fare con Osama bin Laden – ha detto il ministro – stiamo lavorando per promuovere il turismo e i siti di divertimento nell’intera provincia e questo progetto è uno di questi siti”. Le autorità hanno demolito lo scorso anno la casa dove Bin Laden abitava con mogli e figli, temendo che potesse diventare un santuario per i seguaci di al Qaida.

© Riproduzione Riservata

Commenti