L’attore romano ha rilasciato una dichiarazione clamorosa: “non farò più l’attore, adesso solo regia”

Carlo Verdone non ha più voglia di recitare

Il primo fu Un Sacco Bello nel 1980, l’ultimo Posti in Piedi in Paradiso, nel 2012. Nel mezzo 32 anni di classici indimenticabili, riusciti a vincere premi e a sbancare i botteghini. Eppure Carlo Verdone sarebbe stanco. Tanto dall’aver annunciato l’addio al set in qualità di attore, per dedicarsi solo e soltanto alla regia.

“Ho intenzione di continuare a recitare per tre anni ancora. Ma poi la mia idea è di passare dietro la macchina da presa e fare solo il regista”. “Per adesso continuo a fare l’attore. però guardare avanti è importante. Il cinema è un mondo che mi piace, è ovvio che cercherò di rimanerci il più a lungo possibile”.

Parole inattese, quelle dell’attore romano, rilasciate un po’ a sorpresa a Viareggio, durante la consegna del premio della Fondazione Carnevale Burlamacco d’oro. A breve in sala proprio come attore per La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino, Verdone annuncia così un lento distacco dal set, facendo un po’ quel che Woody Allen ha trasformato in abitudine negli ultimi anni. Ovvero solo e soltanto il regista.

Nella speranza che queste parole siano più vicine a Steven Soderbergh che al genio newyorkese, visto e considerato che il primo da anni annuncia l’addio al cinema, per poi sfornare film alla velocità della luce. Perché noi, del grande Carlo, non ci stancheremo probabilmente mai.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=YC737mveYe0[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti