Messaggio dello sceriffo al rapitore: “grazie di prenderti cura di Ethan”. Oggi funerale dell’autista del bus ucciso per aver salvato altri bimbi e impedito al folle di colpirli

Jimmy Lee Dykes

Continua in Alabama il dramma del piccolo Ethan, il bambino di cinque anni ormai prigioniero da martedì in un bunker sotterraneo nella cittadina di Midlands.

In quello che appare un messaggio diretto al sequestratore, lo sceriffo Wally Olson ha detto in televisione di volerlo «ringraziare per prendersi cura del nostro bambino» e per «averci permesso» di inviare al piccolo libri e medicine. La polizia comunica con il rapitore tramite un tubo di gomma e ritiene che il bambino sia illeso. Ethan è stato rapito da un veterano del Vietnam, il 65enne Jimmy Lee Dykes. L’uomo ha minacciato con un’arma l’autista di uno scuolabus dicendo di voler portare via due bambini.

Ma l’autista, il 66enne Charles Poland si è messo di traverso alla porta, permettendo a quasi tutti i piccoli di scappare dal retro. Dykes ha poi ucciso Poland ed è riuscito a catturare Ethan, sofferente di una forma di autismo, la sindrome di Asperger, portandolo in un bunker sotterraneo scavato nel suo giardino. Il funerale di Poland si terrà oggi a Midlands, una piccola comunità sconvolta da quanto sta accadendo. La notte scorsa si è tenuta una affollata veglia di preghiera per chiedere il rilascio di Ethan e stringersi accanto ai genitori.

© Riproduzione Riservata

Commenti