Hamsik e Cannavaro fanno esplodere il San Paolo: gli azzurri non erano in vetta alla 23ª giornata dal 1990

Marek Hamsik e Goran Pandev

Il Napoli supera 2-0 il Catania al San Paolo e sale in vetta alla classifica insieme alla Juve, attesa domenica nella sfida di mezzogiorno in casa del Chievo.

Agli azzurri sono bastati i gol di Hamsik e Cannavaro nel primo tempo per avere ragione della squadra di Maran, in momento di forma eccezionale. Era dal 1990 che il Napoli non era in vetta alla classifica alla 23ª giornata, i tifosi ora sognano l’impresa

Mazzarri temeva molto alla vigilia il Catania e la personalità con cui la squadra di Maran scende in campo al San Paolo gli dà ragione. Il tecnico azzurro preferisce non cambiare assetto tattico nonostante le assenze di Campagnaro e Britos, così rilancia Grava in difesa e conferma nel 3-4-1-2 Mesto a destra al posto di Maggio. Fa comunque fatica il Napoli, perché i siciliani concedono pochi spazi e riescono a limitare le offensive di Cavani e compagni. Hanno la pazienza di saper aspettare gli azzurri, che provano a trovare i varchi giusti cambiando spesso gioco e sfruttando la pressione sugli esterni.

E’ proprio da un’iniziativa di Zuniga sulla sinistra che nasce il vantaggio, con Hamsik bravo a insaccare da due passi il tiro cross del colombiano (la dedica del gol è per Imbriani, ex attaccante del Napoli che sta lottando contro una brutta malattia). Fa festa il San Paolo, che che per poco non esplode poco dopo quando Cavani manda una punizione dal limite a stamparsi sulla traversa.

Non si fa attendere la reazione del Catania, che prima protesta per un tocco di mano in area di Zuniga giudicato involontario dall’arbitro e poi per un colpo di Grava a Gomez (il difensore azzurro solo ammonito con la panchina rossoazzurra che chiedeva il rosso). La palla buona per il pareggio capita sui piedi di Barrientos, fra i più vivaci in campo, ma la mira dell’argentino amico di Lavezzi è da dimenticare. Non sbaglia poco dopo invece Cannavaro, che sfrutta un preciso cross rasoterra di Hamsik per insaccare da distanza ravvicinata il gol del 2-0.

Dopo un gol annullato a Bergessio per trattenuta su Zuniga, il Napoli gestisce con molta serenità la partita nel secondo tempo. Mazzarri chiede calma ai suoi dalla panchina e gli azzurri riescono ad amministrare il doppio vantaggio nonostante Maran le provi tutte per rientrare in partita (il tecnico passa ad un 4-4-2 nel tentativo di sfruttare le corsie laterali). Con uno schieramento a specchio e con l’inserimento di Inler, Insigne e Armero al posto di Behrami, Hamsik e Zuniga, gli azzurri chiudono l’incontro senza soffrire. Ora sono lassù, a braccetto con la Vecchia Signora per la madre di tutte le sfide tra “le due Italie”.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xx8icd_sintesi-rai-napoli-catania-2-0-2-febbraio-2013_sport?search_algo=2[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti