Delirio a Milanello per il nuovo attaccante rossonero: “vengo qui per rifarmi, non sono una mela marcia” 

Mario Balotelli inizia la sua avventura al Milan

Ha cominciato il suo primo allenamento in palestra a Milanello, Mario Balotelli, mentre il resto della squadra di Massimiliano Allegri ha giocato un’amichevole contro i dilettanti del Darfo Boario, team bresciano di Serie D.

Il nuovo attaccante rossonero ha iniziato cosi la sua avventura con la maglia del Milan: è uscito per pochi minuti dalla palestra, sorridente è rimasto ad osservare l’amichevole iniziata da circa mezz’ora, sedendosi a terra appoggiato a un albero a chiacchierare con Nigel De Jong e Stephan El Shaarawy.

Nel secondo tempo poi, Balotelli è sceso in campo, formando la coppia d’attacco con El Shaarawy. L’attaccante del Milan ha segnato anche il suo primo gol in maglia rossonera (la rete del 6-0).

Supermario è già diventato in poche ore l’idolo della tifoseria rossonera e lancia subito messaggi d’amore alla sua nuova squadra.  “Era da tempo che volevo giocare nel Milan, ma giocavo in altre squadre e non potevo venire. Quando c’è stata la possibilità, sono corso. Cori dei tifosi? Basta che mi vogliano bene e che io riesca a ricambiare. Ho cominciato questa stagione non molto bene con il City. Vengo qui per rifarmi e fare bene. La trattativa? Sapevo già di venire. Scelte importanti? È vero, spero che servano per rifare grande il Milan”.

Silvio Berlusconi ha commentato così l’acquisto di Balotelli: “Non è stato un investimento assolutamente da campagna elettorale, ma voluto dalla parte tecnica della società. Una mela marcia? Non è così. Ho comprato Balotelli perché ho pensato: ha segnato due gol alla Germania e ha fatto piangere i tedeschi, mentre l’altro Mario, Monti, ha segnato due gol anche lui e ha fatto piangere gli italiani”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=MmZGUN76JHo[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti