Mentre arrivano i primi contingenti della forza africana, l’esercito transalpino ha conquistato Gao

un blindato francese in Mali

Dopo sedici giorni di operazioni le forze francesi e maliane impegnate sul terreno hanno raggiunto il primo successo strategico, la conquista di Gao, principale città del Mali settentrionale.

Dopo i combattimenti scoppiati nella zona dell’aeroporto, sia Parigi che Bamako hanno confermato di aver riacquistato il completo controllo della città, dove stanno convergendo anche i primi contingenti della forza di pace inviata dalla Comunità Economica dei Paesi dell’Africa Occidentale (Ecowas).

“Le forze francesi e maliane controllano al 100% la città di Gao e la popolazione festeggia” hanno confermato fonti della sicurezza maliana, mentre testimonianze locali hanno tuttavia denunciato anche degli episodi di saccheggio. Lo stato maggiore francese ha inoltre precisato che nella zona non vi sono stati combattimenti veri e propri ma solo delle “operazioni sporadiche con gruppi armati che hanno aperto il fuoco su alcune posizione dopo essersi rifugiati in zone abitate”.

Il Ministero della Difesa di Parigi ha poi ritenuto “plausibile” il bilancio – diffuso dalla stampa francese citando fonti militari – di un centinaio di ribelli islamici uccisi dall’inizio delle operazioni.

Operazioni che continuano anche sugli altri fronti: le forze francesi e maliane hanno riconquistato le località di Konna e Duentza, nel centro del Paese, e di Hombori; una seconda colonna, dopo aver ripreso il controllo di Diabali, avanza verso nrod e ha come obbiettivo la città-simbolo dell’Islam in Afrcia, Timbuktu.

La seconda novità è l’arrivo dei contingenti nigerino e ciadiano della forza di pace africana, che hanno lasciato la base militare di Uallam, nel Niger, e stanno dirigendosi verso la frontiera maliana; una parte delle truppe presenti a Uallam è invece ritornata a Niamey per essere aviotrasportata fino a Gao, dove le forze africane assumeranno il controllo della zona.

La missione “Misma”, organizzata dell’Ecowas conterà in totale circa 3.500 militari e sarà comandata dal generale nigeriano Shehu Abdulkadir; alle operazioni contro le milizie ribelli islamiche – oltre alla forze francesi già presenti nel Mali – parteciperanno 2mila militari ciadiani.

© Riproduzione Riservata

Commenti